Basket, Zumbo (GM Viola): “Lavoriamo per Vibo. Per il Botteghelle continui rinvii” | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Basket

Basket, Zumbo (GM Viola): “Lavoriamo per Vibo. Per il Botteghelle continui rinvii”

Inserito da on 29 novembre 2013 – 14:38No Comment |
Sergio Zumbo (Foto Viola)

Sergio Zumbo (Foto Viola)

La Viola, dopo la trasferta di Ferrara, dovrà sciogliere il nodo relativo alla sede della prossima partita casalinga.

La sede più accreditata, anche per via delle note vicende che riguardano l’agibilità del PalaBotteghelle, è Vibo Valentia, ma il General Manager della Viola, da noi intervistato, lascia aperto un piccolo spiraglio sul PalaMazzetto.

Il Botteghelle è indisponibile e vi causa disagi. Come è nato il problema?
“Il comune prima dell’inizio della stagione sportiva, ci ha assicurato che tramite la società gestore dell’impianto, avremmo avuto l’agibilità necessaria. Noi solo con questo documento ci siamo potuti iscrivere al campionato di Legadue Silver”.

Quli sono le informazioni che avete? Che tempi sono previsti per poter giocare finalmente al Botteghelle?
“Adesso, se non che ci sono delle riunioni per verificare il da farsi, non abbiamo notizie in merito a quello che è l’esito della commissione che dovrà dare l’agibilità, né sappiamo in che tempi certi si potrà avere. Da diverse settimane stiamo assistendo a continui rinvii della soluzione del problema. Questo problema tra l’altro mi ha fatto stare lontano dalla squadra, che è il mio obbiettivo principale, per seguire tutte le vicende burocratiche riguardanti questo iter”.

La prossima partita casalinga dovrebbe disputarsi a Vibo, ma ci sono ancora dei dubbi. Come stanno le cose?
“Adesso stiamo lavorando per l’omologazione del campo di Vivo Valentia, che al di là della questione contingente, può tornarci utile, anche perché parliamo di un campo che dista oltre 100 chilometri da Reggio Calabria, per cui, in caso di squalifiche del campo potrebbe essere usato come campo da gioco. Abbiamo valutato altre sedi, come Messina, Capo D’Orlando, Polistena che non ha la capienza minima (1000 posti ndr), Catanzaro, ma sono tutte soluzioni scartate per diversi motivi. Ci sarebbe Cosenza, ma ci allontaneremmo ancora di più da Reggio Calabria e dai nostri tifosi. Lasciamo aperto uno spiraglio per una ulteriore deroga, per giocare al PalaMazzetto. Ma è molto difficile che ne venga concessa un’altra, e ci obbliga a chiedere favori alle squadre ospiti, oltre che alla FIP. Per questo, al momento il nostro sforzo, e quello del presidente, è quello di far omologare il campo di Vibo, e ci stiamo occupando anche di tutto ciò che riguarda la logistica in questo senso”.

Che tempi prevedete per poter tornare al Botteghelle?
“Non abbiamo ricevuto risposte dal Comune e dalla Vis, se non continui rinvii. Ci hanno verbalmente rassicurato sui tempi, ma non abbiamo notizie ufficiali né sui motivi della mancata agibilità, né sui tempi di una possibile soluzione. Noi abbiamo pagato, secondo quello che è l’accordo con il gestore, un acconto del 60% della tariffa, per poterci allenare, ma mancando l’agibilità, non siamo entrati al palazzetto. Ci è stato detto a voce che si tratta di una questione legata alla staticità delle tribune, ma per noi è fondamentale che l’agibilità sia dell’intero impianto e non solo del campo. È una questione importante anche a fini assicurativi e legali. Noi non entreremo se l’intero impianto non sarà agibile. Oltre a questo, ci era stato assicurato da parte del comune, che il PalaCalafiore, sarebbe stato consegnato alla città, entro novembre. Eravamo convinti che il Botteghelle sarebbe stato comunque una soluzione temporanea”.

Farete qualcosa per venire incontro ai tifosi?
“Si, per quanto riguarda la prossima partita casalinga, verremo in qualche modo incontro ai tifosi. È presto per parlarne, visto che ancora non sappiamo dove giocheremo, ma credo che mercoledì ne sapremo certamente di più”.

Tornando al basket giocato, la classifica dice che si lotta per la salvezza.
“Il nostro obbiettivo è quello di mantenere la categoria. Questo per noi è un anno di transizione, rispetto al quale ci siamo dati un obbiettivo sportivo a 3 anni. La squadra è stata allestita con poco budget. Noi siamo ancora senza sponsor per cui tutto quello che è l’investimento viene dalle tasche del presidente. Abbiamo lavorato comunque in prospettiva, acquisendo i cartellini di alcuni giocatori, e con l’arrivo degli americani. Abbiamo avuto purtroppo il problema di Kirkland che si è dovuto fermare per problemi al cuore, e siamo andati un po’ in difficoltà. Ma ne siamo venuti fuori bene con l’arrivo di Hamilton che da Pesaro in A1, ha accettato volentieri di venire a Reggio Calabria”.

Domenica la vittoria è anche merito del coach Ponticello, bravo a cambiare in corsa una partita che Lucca stava conducendo.
“Il coach è per noi un valore aggiunto. Lavora molto bene con i giovani, conosce bene l’ambiente e i giocatori. Rispetto allo scorso anno abbiamo confermato 3/4 giocatori più dei buoni innesti. Come società stiamo investendo sui giovani, oltre al fatto che la lega stessa ne incentiva l’impiego. Nella speciale classifica di utilizzo degli Under, che da dei premi a fine stagione, siamo secondi dietro Bari, che però è ultima in classifica. Per cui siamo noi a far meglio da questo punto di vista”.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250