Viola-Angelico Biella 82-69. Prova di carattere della squadra. | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Basket

Viola-Angelico Biella 82-69. Prova di carattere della squadra.

Inserito da on 13 dicembre 2015 – 20:23No Comment |

La Bermé Viola Reggio Calabria vince una partita combattuta punto a punto per buona parte di gara. Inizialmente la gara non inizia sotto i migliori auspici per la formazione neroarancio, ma in seguito ad un break positivo, la Viola passa in vantaggio e alla fine farà sua la partita.

Partenza diesel della squadra guidata da Coach Benedetto, che come al solito parte regalando l’avvio agli avversari, -8 lo svantaggio iniziale e partita che complice la maggiore reattività di Biella, sembra destinata a continuare il trend che si sta ripetendo da inizio stagione. Ma la squadra decide di cambiare passo e questa volta il gioco le riesce. Dopo il primo quarto, l’unico perso dai neroarancio (17-20), la Viola comincia a macinare gioco, difendendo bene contro un grande Jazzmarr Ferguson (26pt.), ma riuscendo a tenere a bada anche i vari Infante, Grande e De Vico. Ma quello che ha fatto la differenza, nell’economia della gara è stata la maggiore precisione al tiro (53%-38%), la maggiore intraprendenza della squadra, oltre che, naturalmente, la forza mentale e la convinzione di farcela, presente nei giocatori fin dall’inizio del secondo periodo di gioco.

La squadra, dopo aver portato a casa il punteggio all’intervallo (37-34), rientra dagli spogliatoi con ancora maggior convinzione e prova ad allungare. La resistenza di Biella è molto forte e la fuga non riesce. La gara si gioca sulla distanza minima di vantaggio per Reggio Calabria, con Biella sempre li a inseguire senza concedere ai neroarancio un momento di “rilassamento” per quanto questo potesse essere possibile, in una partita di basket. Ma forse è proprio questa la chiave del match. Reggio Calabria, spinta dal proprio pubblico, e tenuta alla corda quanto basta nei momenti di stanca della gara, continua a macinare gioco, rimbalzi e punti. Alla fine del terzo tempo di gioco, il più combattuto, la Viola si porta a +5 su Biella (57-52). Nel quarto tempo, la Viola gioca la sua miglior frazione di gara. Alla fine saranno 13 i punti di vantaggio, grazie anche a un super Brackins, oggi incontenibile sotto canestro e a Rullo e Dobbins, che tengono uno score altissimo.

Alla fine la squadra, dopo aver incassato qualche fischio nel secondo quarto, esce tra i meritati applausi di tutto il palazzetto. La Vittoria è quello che ci voleva, per muovere la classifica e dare morale alla squadra. Ma la gente del Pentimele oggi può essere contenta anche della prestazione. Buona la direzione di gara, spettacolare come sempre la Curva Massimo Rappoccio. Unica nota stonata, la prestazione incolore di Crosariol. Sarà lui il prossimo di cui si dovranno prendere cura i responsabili tecnici neroarancio.

Tabellino

Viola-Biella 82-69 (17-20, 37-34, 57-52)

Viola: Freeman 6, Costa 2, Lupusor 7, Mordente 7, Rullo 19, Pandolfi, Crosariol 4, Brackins 12, Dobbins 14, Spinelli 11.

Biella: Hall 6, Ferguson 26, Banti 4, La Torre, Infante 10, Grande 13, Venuto, Pollone, De Vico 10, Pierich.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250