Basket, Viola-Siena 72-78 ts. Per la Viola coach nuovo, problemi vecchi | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Basket

Basket, Viola-Siena 72-78 ts. Per la Viola coach nuovo, problemi vecchi

Inserito da on 15 febbraio 2016 – 00:12No Comment |

Clima incandescente al pala Pentimele in vista della gara tra Bermé Viola Reggio Calabria e Mens Sana Siena.

A Siena, infatti, sono giunti circa una venti a di tifosi al seguito della squadra. L’accoglienza dei supporter neroarancio è particolarmente polemica, con tanto di striscione di “benvenuto”, e gli animi si infiammano da subito.

A gettare benzina sul fuoco, durante i 40+5 minuti di gioco, alcune provocazioni dei giocatori ospiti ed ecco che alla fine succede quello che non vorresti: le due tifoserie, un piccolo gruppo di tifosi della Viola e qualche senese, arrivano al contatto con gli steward e qualche agente che fatica a tenere a bada i più esagitati.

La gara inizia sotto i migliori auspici, con i padroni di casa, guidati dal neo coach Fabrizio Frates a prendere subito il largo. La Viola raggiungerà anche un vantaggio di 7 punti nei primi minuti di gioco, chiudendo il primo periodo in leggero calo, consentendo ai giocatori di coach Ramagli di farsi sotto. Finale del primo quarto 18-14 per la Viola. Ottima la prima frazione di Brackins, che realizza da solo 8 punti e una stoppata, ma soprattutto da subito l’impressione di essere in giornata. Peccato che alla fine debba uscire per falli, mettendo in difficoltà i compagni nel finale di gara.

Il secondo quarto è un gentile omaggio agli ospiti. Comincia bene la Viola, con Spinelli e compagni che allungano su Siena portando il vantaggio in doppia cifra (31-20, +11). La squadra però ha un incredibile blackout e concede un break che Siena è molto brava a sfruttare portandosi in parità 35-35, e chiudendo il tempo con una tripla dalla lunghissima distanza, quando mancava un solo secondo al termine. Finale 35-38 per gli ospiti che possono tornare rinfrancati negli spogliatoi.

Le due squadre scendono in campo dopo l’intervallo, con il copione che non cambia, Siena allunga ancora su Reggio Calabria. Nella terza frazione di gioco, a tenere in partita la Viola ci pensa il solito Brackins, aiutato sotto canestro da Tony Dobbins. I due realizzano i punti che consentono ai neroarancio di chiudere a -4 da Siena.

Quello che accade nell’ultimo quarto è invece incredibile. La Viola rientra sul parquet con la grinta giusta, la determinazione a far vedere a tutti di voler vincere la partita e, grazie anche alla spinta dei circa 3000 del Pala Calafiore, la squadra comincia a girare come si era già visto nel secondo quarto di gioco. Il parziale è di quelli che possono tagliare le gambe a qualunque avversario: 12-0 con i padroni di casa che concedono un solo canestro a Siena nei primi 6 minuti dell’ultima frazione di gioco. Alla fine però, complice l’infortunio di Spinelli, che viene colpito da un cartellone pubblicitario dopo una caduta di Ranuzzi, il quinto fallo di Brackins, e il quarto di Crosariol, la Viola comincia a difendere male e tirare peggio, regalando il pari a Siena (68-68), brava a crederci fino alla fine.

Si va al tempo supplementare con gli uomini di Frates in debito di ossigeno e con il morale a terra per l’occasione sfumata. Nell’extra time male la viola i tutti i fondamentali. Siena invece tira fuori una media realizzativa di tutto rispetto che le consente di chiudere con un netto +6, al termine di una partita combattuta durante la quale i giocatori, da ambo le parti, non hanno lesinato energie o tirato i remi in barca prima del suono della sirena.

Dalla Viola, con l’arrivo di Frates, si attende ancora il salto di qualità definitivo che da questa squadra sarebbe stato lecito aspettarsi prima. Il rientro di Mordente, oggi alla sua migliore prestazione in riva allo stretto, regala una flebile speranza ai tifosi. Bene Dobbins e Spinelli, fino al suo infortunio, male Lupusor, fantasma di quello visto nelle prime gare di stagione, molto male oggi Andrea Crosariol, che in certi momenti è parso chiedersi cosa ci facesse in campo.

Tabellino:

BERMÉ VIOLA REGGIO CALABRIA – MENS SANA BASKET SIENA 72-78 (18-14; 17-24; 15-16; 18-14; 4-10)

VIOLA: Mordente 9, Adegboye 12, Crosariol 8, Brackins 18, Dobbins 13, Costa, Lupusor 1, Rullo 4, Sindoni, Spinelli 7
Coach: F. Frates

SIENA: Diliegro 28, Borsato 2, Udom 6, Roberts 16, Ranuzzi 13, Campori, Marini, Bucarelli, Bryant 13, Cucci.
Coach: A. Ramagli

Arbitri: C. Cappello, A. Caforio, M. Callea

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250