Trapani-Reggina, l’analisi del match | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Calcio

Trapani-Reggina, l’analisi del match

Inserito da on 14 settembre 2013 – 18:24No Comment |
Gianluca Atzori

Gianluca Atzori

Quattro schiaffi senza appello riportano la Reggina alla realtà. Dal Comunale di Trapani gli amaranto tornano con un 4 a 0 che significa prima sconfitta stagionale. Discutibilissime le scelte del tecnico Atzori, il quale lascia in panchina Colucci, Strasser, Di Michele e Cocco, elementi che farebbero i titolari in Serie A, per fare posto a Dall’Oglio, De Rose, Fischnaller e Louzada.

Atzori conferma il 4-3-3 scegliendo però un centrocampo assolutamente privo di qualità (Dall’Oglio, Rigoni e De Rose), mentre dall’altro lato, Boscaglia, manda il suo Trapani in campo con il solito 4-4-2, affidandosi al tandem offensivo composto da Djuric e Mancosu. La Reggina perde senza mai entrare in partita, sbagliato praticamente tutto e sicuramente la sconfitta è attribuile solo ed esclusivamente alle scelte errate del tecnico, il quale, comunque, nell’immediato post gara ha avuto l’umiltà di chiedere scusa.

Bisogna in fretta cancellare questo ko e ripartire, facendo tesoro degli errori commessi quest’oggi in Sicilia. Sabato al Granillo arriverà il Novara e la Reggina deve subito ripartire. Siamo convinti che la Reggina non è e non può essere quella di Trapani. Occorrerà parlare di meno in settimana e lavorare molto di più sul campo. Buon lavoro, Reggina.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250