Tre ceffoni e Reggina ko a Modena | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Calcio

Tre ceffoni e Reggina ko a Modena

Inserito da on 19 ottobre 2013 – 17:34No Comment |

reggina_modena_mischia_fischnaller_dibari_dalessandroNon ci siamo! Dopo la bella vittoria di lunedì scorso contro l’Empoli al Granillo, la Reggina di Atzori perde 3-0 a Modena al termine di una gara mal disputata dagli amaranto. Sicuramente, sull’esito del match, ha influito non poco l’espulsione rimediata da Fischnaller al 43′, la quale ha costretto i calabresi a giocare per tutta la ripresa in inferiorità numerica.

Mister Atzori si presenta a Modena senza Sbaffo, Cocco e Di Michele per squalifica, Maicon e Contessa per infortunio. Foglio alza bandiera bianca dopo 38 minuti (infortunio muscolare), mentre Fischnaller si fa espellere al 43′, dopo essere stato ammonito al 39′. E così la Reggina è costretta a giocare in 10 per tutta la ripresa, senza mai riuscire a rendersi seriamente pericolosa dalle parti di Pinsoglio.

Discutibili anche le scelte iniziali di Atzori. Il mister, a sorpresa, schiera Di Lorenzo (difensore centrale) da esterno destro di centrocampo al posto dell’infortunato Maicon, mentre Caballero (sostituto naturale di Maicon), si accomoda in panchina. Fischnaller prende il posto dello squalificato Di Michele al fianco di Gerardi, mentre Miguel Angel, uno dei più positivi contro l’Empoli, viene lasciato in panchina per far spazio a Strasser. La Reggina è schierata con il 3-5-2 con De Rose regista, Dall’Oglio e Strasser mezzali. Di Lorenzo e Foglio esterni, Adejo, Lucioni e Ipsa a protezione di Benassi. Gerardi attaccante centrale, affiancato da Fischnaller.

Novellino risponde anche lui con il 3-5-2. In attacco ci sono Mazzarani e Babacar, mentre sugli esterni agiscono Garofalo e Molina. In mediana Bianchi, Dalla Bona e Signori, mentre la difesa è a tre con Cionek, Gozzi e Manfrin davanti al giovane Pinsoglio. Il Modena gioca un buon calcio, con Babacar sempre pericoloso in avanti e Bianchi e Signori rapidissimi negli inserimenti da centrocampo. Molto buona anche la spinta sulle fasce, dove Garofalo e Molina si sono comportati egregiamente in entrambe le fasi di gioco.

Venerdì sera al Granillo arriverà il Pescara, formazione che sta attraversando un periodo molto negativo, forse addirittura peggiore rispetto a quello che, nonostante la vittoria contro l’Empoli di cinque giorni fa, sta attraversando anche la Reggina. Chi vince ha l’occasione per rilanciarsi, per chi perde invece sarà davvero un grande problema. Atzori potrà nuovamente contare su elementi importantissimi come Di Michele, Cocco e Sbaffo (per la prima volta), ma la Reggina deve cambiare, non può essere assolutamente quella vista oggi in Emilia Romagna.

Certo, giocare con l’uomo in meno per tutta la ripresa non è impresa facile per nessuno, ma a questa squadra, oltre l’uomo in meno, in campo è mancata soprattutto la cattiveria, la voglia di “far male” all’avversario. A nostro parere, in casa Reggina il problema è più psicologico che tecnico-tattico. Occorrerà lavorare molto, soprattutto sulla testa dei calciatori, i quali, a parere del mister, ancora devono crescere molto. Nel frattempo, però, le altre non stanno di certo a guardare e, dopo 10 giornate, la Reggina si ritrova quart’ultima in classifica.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250