Reggina-Messina: 0-1. Orlando (78′). Beffa e aggancio in classifica | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Dirette

Reggina-Messina: 0-1. Orlando (78′). Beffa e aggancio in classifica

Inserito da on 12 settembre 2014 – 22:05No Comment |

curva-sudReggina e Messina sono in campo per il Derby dello Stretto, che torna a disputarsi dopo 7 anni.

La curva sud che torna a farsi sentire come non accadeva da diverso tempo, e le due formazioni che per la trance agonistica scendono in campo addirittura 8 minuti prima dell’orario di inizio della gara, e sono pronte e schierate 6 minuti prima delle 20.30.

Abbiamo già detto del tifo rumoroso, qualche petardo da parte dei tifosi ospiti

Partenza sprint della Reggina che dopo pochi minuti viene fermata dal guardalinee sotto la tribuna per un sospetto fuorigioco.

Dopo una fase di studio in cui le squadre cercano di affondare ma facendo molta attenzione a non subire. Classico schieramento offensivo della Reggina targata Ciccio Cozza (4-3-3 per gli amaranto) più difensiva la formazione schierata da Grassadonia (5-3-2 quando è la Reggina ad attaccare). La Reggina è la squadra che fa maggiormente la partita, come è naturale che sia vista la classifica e il fatto che si giochi al Granillo.

Occasionissima amaranto con Insigne al 30′ che dopo aver superato Lagomarsini calcia alto da buona posizione. Nell’occasione leggero infortunio per il portiere ospite e le due squadre approfittano per un mini time out.

Ammonizione per Altobello che ferma fallosamente Di Michele che stava per entrare in area. Sugli sviluppi della punizione lo stesso capitano amaranto calcia di poco alto sulla traversa, ma senza impensierire Lagomarsini.

Nella ripresa, dopo che la tifoseria messinese ha continuato anche nell’intervallo il proprio incivile lancio di petardi, nonostante i continui richiami dello speaker dello stadio ad evitare l’uso di materiale esplosivo, la Reggina parte con ancora maggior convinzione ad attaccare proprio sotto la curva occupata dai sostenitori ospiti. Una serie di buone combinazioni nelle quali ha sempre messo il piede il capitano amaranto,

Occasione amaranto con una punizione calciata benissimo da Dall’Oglio per la testa di Di Michele che da buona posizione  al limite dell’area piccola colpisce debolmente e centrale.

Non si segna ancora nella ripresa, ma la Reggina mette paura al Messina che nonostante l’ingresso di Corona si dispone con un coperto 5-4-1, con il solo attaccante nella metà campo amaranto. Doppio cambio amaranto al minuti 74, con Louzada e MAita che prendono il posto rispettivamente di Di Michele e Dall’Oglio. Subito dopo è la Reggina a creare la migliore palla gol della ripresa con Armellino che impegna il portiere ospite in angolo da posizione angolata.

Nel momento di massima pressione della Reggina, ecco il colpo che non ti aspetti, con il Messina che passa su una combinazione Damonte/Orlando con Aquino che invece di marcare con decisione il portatore di palla gli offre le spalle in salto, consentendogli di saltarlo e crossare agevolmente in area, dove Orlando non ha difficoltà ad insaccare alle spalle di Kovacsik, gettando nel più totale sconforto il Granillo e dando fiato al migliaio di supporter ospiti, che riprendono a cantare nel gelo dei tifosi amaranto.

La Reggina prova a farsi sotto con l’ingresso di Masini per Camilleri, ma le sortite amaranto non hanno successo, nonostante il buon numero di cross per la testa degli attaccanti che vengono spesso anticipati dai difensori ospiti oppure, quando trovano l’impatto col pallone non riescono a dare la giusta forza e precisione. Il Messina si chiude nella propria trequarti e per la Reggina l’impresa diventa impossibile.

L’arbitro, dopo 4 minuti di recupero fischia la fine e per il granillo è notte fonda. Il Messina, tra le altre cose aggancia in classifica, a quota 4, la Reggina.

TABELLINO

REGGINA (4-3-3): Kovacsik; Aquino, Di Lorenzo, Rizzo, Camilleri (dal 78′ Masini); Crescenzi, Armellino, Dall’Oglio (dal 74′ Maita); Viola, Di Michele (dal 74′ Louzada), Insigne.
A disposizione: Leone, Ungaro, Maita, Salandria, Syku, Louzada, Masini
Allenatore: Cozza

MESSINA (3-5-2): Lagomrasini; Benvenga, Silvestri, Bucolo; Altobello, Pepe, Orlando, Nigro (dal 70′ Damonte), Bjelanovic (dal 55′ Corona); Pepe V., Donnarumma.
A disposizione: Iuliano, Stampa, Stefani, Damonte, Izzillo, MArtinez, Corona
Allenatore: Grassadonia

Note: Spettatori Totali 9.537 per un incasso totale di 103.936 euro. Abbonati 2194, quota abbonati 12.163 euro, paganti 7.343 per un incasso di 91.773 euro,

Ammoniti: Dall’Oglio (20′), Altobello (34′), Insigne (43′), Pepe (60′), Benvenga (83′), Lagomarsini (85′)

Recuperi: 1′ (pt), 4′ (st)

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250