Reggina-Salernitana [LIVE] 0-1. Calil (11′). Espulsi Tuia e Rizzo. | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Dirette

Reggina-Salernitana [LIVE] 0-1. Calil (11′). Espulsi Tuia e Rizzo.

Inserito da on 14 novembre 2014 – 20:52No Comment |

Le formazioni con le quali scenderanno in campo Reggina e Salernitana in vista della sfida valida per l’undicesima giornata della Lega Pro,  Girone C.

La Reggina manda in campo il tridente di attacco,  composto da Di Michele,  Louzada e Insigne. La Salernitana risponde con uno schieramento altrettanto offensivo, con un attacco a tre composto da Calil,  Negro e Natali.

La partita parte subito a ritmi molto alti, con le due squadre che si affrontano subito a viso aperto, con rapidi capovolgimento di fronte. Sia la REGGINA, sia la Salernitana sono disposte in campo dai rispettivi allenatori con il tridente offensivo.

È però la Salernitana, con il solito Calil, affezionato alla porta della Reggina a sbloccare subito il risultato, con u a girata da distanza ravvicinata, completamente dimenticato dalla retroguardia amaranto.

Dopo il gol subito, è la Reggina a fare la partita con una serie di azioni manovrare e qualche ripartenza che obbliga Tuia, ammonito da poco, al fallo da ultimo uomo su Louzada lanciato a rete da un passaggio filtrante di capitan Di Michele. Rosso diretto per lui e Reggina in superiorità numerica. Dura poco però la superiorità numerica della Reggina, visto che un nervoso Rizzo si fa ammonire per aver proferito qualche parola di troppo all’arbitro, ristabilendo così la parità numerica con le due squadre in 10 uomini. Arrabbiatissimi col centrocampista amaranto,  sia Di Michele,  sia Cozza.  Davvero una brutta ingenuità la sua.

Dopo le espulsioni le squadre giocano più coperte, passando entrambe al 4-3-2. Sono i padroni di casa, che costretti dal risultato ad attaccare, corrono i maggiori rischi, concedendo il contropiede agli ospiti. Per gli amaranto solo qualche conclusione dalla distanza e niente più, non riuscendo a creare pericoli maggiori alla difesa dei campani.

Nella ripresa parte subito forte la Reggina, costretta anche dal risultato a inseguire e creare più gioco possibile. Sono, infatti, gli amaranto a fare la partita al rientro dagli spogliatoi. La pressione della Reggina è però sterile e non produce occasioni pericolose verso la porta difesa da Gori.

La partita scorre via con un possesso di palla sterile della Reggina, che staziona nel centrocampo e non riesce a entrare nell’area ben difesa dal muro eretto da Menichini. Nella Reggina, costretta ad effettuare tutti e tre i cambi per infortuni, la sfortuna non sembra girare, e anzi, gli amaranto continuano ad essere perseguitati. Grandola della prestazione opaca, è da addebitare Rizzo, che dopo essere stato ammonito ha continuato a protestare veementemente con l’arbitro che non poteva certo tornare sulla sua decisione facendosi espellere tra le proteste del pubblico e la rabbia di Di Michele e Cozza.

Nel corso dei secondi 45 minuti, nei quali la Salernitana non ha dato l’impressione di voler infierire, la Reggina non ha saputo concretizzare il possesso palla, con una manovra orizzontale e fine a sé stessa, e con pochissimi inserimenti senza palla, degni,  quelli visti, di una squadra di calcio dilettantistico.

Nel lungo recupero, 6 minuti concessi dall’arbitro, gli amaranto hanno cincischiato col pallone, e addirittura al 96′, nel corso dell’ultima azione gli uomini di Cozza hanno lasciato un uomo a copertura di un eventuale contropiede, come se si dovesse difendere il risultato. Una scelta onestamente incomprensibile, e molto fischiata dal pubblico Che non  l’ha gradita.

Tabellino

Reggina-Salernitana: 0-1

REGGINA (4-3-3): Kovacsik, Ungaro, Karagounis (dal 80′ Viola), Rizzo, Crescenzi, Di Lorenzo, Armellino (dal 62′ Salandria), Maita (dal 69′ Maita), Louzada,  Di Michele, Insigne.

A Disposizione: Cetrangolo, Syku, Perrone, Ammirati, Salandria, Condemi, Viola.

Allenatore: Sig. Cozza

SALERNITANA (3-4-3): Gori, Tuia, Franco, Pestrin, Lanzaro, Trevisan, Colombo, Favasuli (dal 80′ Giandonato),  Calil, Negro (dal 51′ Bovo), Nalini (dal 62′ Gabionetta)

A disposizione: Russo, Bianchi, Pezzella, Giandonato, Bovo, Volpe, Gabionetta.

Allenatore: Sig. Menichini;

Ammoniti: Di Lorenzo (7′), Tuia (10′),  Rizzo (18′), Trevisan (32′),  Favasuli (44′),  Ungaro (79′)

Espulsi: Tuia (13′),  Rizzo (18′)

Marcatori: Calil (11′)

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250