Catanzaro-Reggina 1-0. Piccole luci in fondo al tunnel, Alberti è fiducioso | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Lega Pro

Catanzaro-Reggina 1-0. Piccole luci in fondo al tunnel, Alberti è fiducioso

Inserito da on 21 dicembre 2014 – 17:04No Comment |

La mano di Alberti si vede eccome. È questo il primo punto che vogliamo evidenziare. Non sappiamo se  quello visto nel primo tempo del Ceravolo è un primo passo verso la direzione giusta o solo una fiammata dopo il cambio di allenatore.

Quello che è certo è che la Reggina messa in campo dal tecnico marchigiano ricalca quelle viste nella prima parte di stagione solo nel modulo, cambiando gli interpreti e la loro posizione. Particolare piacevole la conferma in mezzo al campo di Salandria, che trascinando i compagni conferma le buone impressioni date nelle sue precedenti uscite stagionali.

La Reggina dei primi 45 minuti è molto più guardinga che nelle precedenti uscite stagionali. Molta distanza tra la linea di centrocampo, a ridosso di quella difensiva, e la linea di attacco. I due reparti arretrati giocano molto bene, concedendo poco al Catanzaro, che comunque riesce a creare dei pericoli con Russotto, il migliore in campo, che sfiora il gol più volte e crea occasioni per se e per i compagni. La Reggina comunque tiene bene senza creare pericoli, superando poco il centrocampo, ma tenendo bene in difesa. Si è visto finalmente il carattere chiesto dal tecnico, anche se manca ancora la tecnica e le prestazioni in fase offensiva. Fa riflettere la completa assenza di idee offensive se si escludono i lanci lunghi per le punte, comunque isolate in mezzo alla retroguardia dei padroni di casa.

Nella ripresa Alberti, corregge la posizione in campo dei suoi e prova ad alzare il baricentro, e per 10 minuti ci riesce senza problemi. Gli amaranto hanno creato diverse occasioni con gli inserimenti di Insigne e Viola, i dribbling di Louzada e qualche conclusione da fuori. Proprio nel momento migliore della Reggina, però, arriva il colpo del ko ad opera di Fofana, che ben imbeccato da Ilari supera Kovacsik con una bella rovesciata in acrobazia. La Reggina accusa il colpo e non riesce ad essere brillante come nei primi minuti della ripresa. Dopo il gol subito gli amaranto continuano a fare la partita, invertendo il predominio territoriale e giocando in maniera più offensiva. Difficile per una squadra che comunque dubita dei propri mezzi superare il muro eretto da Sanderra a difesa della propria porta.

Sicuramente positive, al termine della gara, le dichiarazioni del tecnico Alberti che parla sempre di errori tattici e mai di errori tecnici, dei singoli o di gioventù ed inesperienza. Sollecitato da Rocco Musolino di Radio Touring, sul fatto di crederci o meno risponde così: “Non scherziamo! Non siamo ancora nemmeno a metà, e le squadre che sono davanti a noi sono del nostro stesso livello”.

Dal canto nostro notiamo che per la seconda volta, in due uscite di Alberti, abbiamo assistito ad un cambio di passo nella ripresa, segno evidente del buon lavoro del tecnico, oltre che, parlando di prestazioni, a due gare in crescita della Reggina. Non è ancora sufficiente, ma siamo col tecnico.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250