Casertana-Reggina 0-0. Una vittoria di cuore e tecnico. | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Lega Pro

Casertana-Reggina 0-0. Una vittoria di cuore e tecnico.

Inserito da on 11 gennaio 2015 – 14:50No Comment |

Dopo il bel pareggio di Caserta, è facile parlare di vittoria del cuore e del carattere, dei ragazzini mandati in campo da mister Alberti.

Noi siamo stati i primi a chiedere per la Reggina uno scatto d’orgoglio e di tirar fuori gli attributi. Ma quella di ieri non è, soltanto, una vittoria del cuore, ma anche un bellissimo esempio di come un tecnico bravo e preparato, possa fare la differenza. Siamo rimasti colpiti, come molti, nello scoprire la formazione iniziale della Reggina, soprattutto nel vedere in campo dal primo minuto Lancia e contemporaneamente fuori Viola, Louzada e Insigne ormai separato in casa.

Siamo rimasti meno sorpresi nel vedere l’arretramento di Armellino sulla linea di difesa, visto che si era con gli uomini contati, e far esordire dal primo minuto due giovanissimi avrebbe potuto essere un azzardo. Per nulla sorpresi nel vedere lo schieramento in campo, dove il collaudato 4-1-4-1, si dimostra affidabile, anche se dopo soli 20 minuti, il tecnico è stato costretto a passare ad un 4-4-1, a causa dell’espulsione di Mazzone. Il tecnico, reagisce caricando gli uomini in campo e portandoli ad una prestazione super.

Il primo tempo fa già capire a che tipo di partita assisteremo come era ampiamente prevedibile. La Casertana farà la partita, mentre la Reggina penserà solo a difendere cercando di non prendere nessuna rete. Se è subito chiaro quale sarà il leit motiv della partita, non è affatto scontato che il risultato si sbloccherà. Il lavoro di Alberti in difesa si fa sentire e vedere, quando vedi la linea difensiva e quella di centrocampo muoversi all’unisono, in maniera perfettamente sincronizzata e con pochissime sbavature. Sono davvero poche, infatti, per il tipo di partita che si è giocato, in inferiorità numerica per 75′, le occasioni concesse dalla Reggina ai padroni di casa. Certo il gol sarebbe potuto arrivare, ma la fortuna ha aiutato gli amaranto, che le hanno dato una mano.

Nelle scorse settimane Alberti aveva lanciato degli appelli a mettere da parte il disfattismo, provando a caricare l’ambiente, inteso come tifoseria, senza grandi effetti. Ma il lavoro svolto sul campo, farà si che l’ambiente si compatti attorno ai ragazzini terribili, capaci di tener testa alla Casertana, e ai nuovi arrivati, che potranno dare il loro contributo in campo e fuori. Non a caso già la scorsa settimana la squadra è uscita dal campo tra gli applausi del Granillo.

Dal mercato di riparazione, per ora sono tre gli innesti che Foti ha portato alla rosa amaranto. Si tratta degli ex Belardi, Cirillo e Aronica. La Reggina si conferma dunque piazza che non attrae i calciatori, considerando che solo gli ex accettano di venire. Dal mercato è comunque si è lecito aspettarsi ancora almeno un paio di innesti a centrocampo e in attacco, per dare più soluzioni offensive alla squadra. Lasciato in tribuna Insigne, che nelle intenzioni del presidente Foti a inizio stagione, avrebbe dovuto fare una grossa mano alla causa amaranto. Ormai in partenza i vari Rizzo, Dall’Oglio, e lo svincolato Di Michele, la squadra non solo non sembra aver risentito delle loro assenze, ma pare averne tratto dei benefici a livello di spogliatoio. Ovviamente non è nemmeno lontanamente ipotizzabile il proseguo del campionato con la rosa attuale.

Una menzione a parte la merita Masini, che dopo un avvio di stagione sottotono, e dopo i numerosi fischi del pubblico, pur non avendo ancora segnato, pare rivitalizzato dalla cura Alberti. Possesso palla e far salire la squadra, sono i compiti che il mister gli ha affidato, che lui esegue con precisione senza dimenticare di ripiegare in difesa e aiutare i compagni. Il “nuovo” Masini, ha anche convinto il pubblico ricevendo in cambio qualche applauso.

CASERTANA-REGGINA 0-0

CASERTANA: Fumagalli, Idda, Bianco (20’ st Tito), Cruciani (26’ st Carrus), Mattera, Murolo, Marano (13’ st Alvino), Mancosu, Diakite, Mancino, Cunzi. A disp: D’Agostino, D’Alterio, Antonazzo, Rajcic. All: Campilongo

REGGINA: Kovacsik, Scionti (44’ st Lorefice), Karagounis, Armellino, Di Lorenzo, Mazzone, Masini, Condemi, Lancia (9’ st Viola), Maimone, Gjuci m(4’ st Louzada). A disp: Cetrangolo, Ammirati, Bramucci, Perrone. All: Alberti

ARBITRO: D’Apice di Arezzo

AMMONITI: Armellino, Kovacsik, Scionti, Mattera. Condemi

ESPULSO: 19’ pt Mazzone

ANGOLI: 8 – 2 per la Casertana

RECUPERO TEMPO: pt 3’; st 5’

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250