Cosenza-Reggina 2-0: amaranto a casa con le ossa rotte. Contestazione dai tifosi | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Lega Pro

Cosenza-Reggina 2-0: amaranto a casa con le ossa rotte. Contestazione dai tifosi

Inserito da on 21 febbraio 2015 – 20:30No Comment |

Cosenza-Reggina rappresenta l’ennesima gara da cui gli amaranto escono con le ossa rotte in questa amara stagione.

La Reggina prova a confermare la buona prestazione della scorsa settimana, al Granillo contro la Juve Stabia, e conferma dieci undicesimi della formazione mandata in campo nell’ultimo impegno di campionato.

Parte subito forte il Cosenza, che pressa molto alto sul portatore di palla amaranto, che non riesce a

Al 5′ pericolo per la Reggina, con un fuorigioco non chiamato dal guardalinee con il Cosenza che può arrivare al tiro dal limite dell’area piccola, senza inquadrare la porta.

Primo angolo della partita per i padroni di casa al 10′. Il Cosenza pressa molto la formazione amaranto, che non riesce a uscire dalla propria trequarti. Nei due minuti seguenti, la formazione rossoblu guadagna altri due angoli. Reggina in difficoltà sulla pressione del Cosenza.

Buona iniziativa di Gallozzi, che si conquista una buona punizione al 14′, trattenuta dopo un tunnel ai danni del proprio marcatore, che poteva costare anche un giallo. Nel proseguo dell’azione la Reggina conquista due calci d’angolo consecutivi. La formazione amaranto, non riesce a concretizzare gli angoli, ma prova comunque a proporsi in fase offensiva.

Al 23′ arriva il gol del Cosenza. da un calcio d’angolo, De Angelis riesce ad anticipare il proprio marcatore Zibert e da posizione centrale, e supra facilmente un incolpevole Belardi. La Reggina soffre tantissimo la pressione dei padroni di casa, che passano in vantaggio meritatamente. Le azioni amaranto sono infatti poco incisive e. Gli amaranto mancano di efficacia.

Piccolo parapiglia al minuto 38, dopo un intervento falloso di Carrieri ai danni di Belardi, con seguente razione dello stesso portiere amaranto e di Cirillo. L’arbitro decide di sanzionare Carrieri con un cartellino giallo. La squadra amaranto sembra non riuscire a superare con decisione il muro eretto da Roselli a difesa della propria porta. Ottima sopratutto la marcatura su Zibert, in passato vero faro della manovra amaranto che non riesce davvero a fare un passo senza pressione da parte degli avversari. Lo stesso Zibert ha provato a partire alle spalle della difesa in qualche occasione, ma la manovra degli amaranto ne risente parecchio. Compito di Alberti trovare la giusta contromossa per poter far giocare meglio la squadra. Bene Gallozzi sulla fascia destra, un po’ in ombra Masini dal lato sinistro del campo. La pressione alta del Cosenza ha fatto soffrire la Reggina più di quanto non ci si aspettasse.

Nella ripresa le squadre scendono in campo senza cambi. Ma dopo pochi minuti Alberti decide che è giunto il momento di far entrare Di Michele. L’attaccante di Sabaudia, che sostituisce Gallozzi, entra subito nel gioco dell Reggina, che sposta infatti il proprio raggio d’azione dalla fascia destra a quella sinistra, dove si posiziona il numero 15 amaranto. La Reggina alza il proprio baricentro prestando il fianco a qualche contropiede del Cosenza, ma la difesa a tre costruita da Alberti fa buona guardia fino al quarto d’ora della ripresa, quando Caccetta, colpisce dopo essere sfuggito alla morsa del fuorigioco grazie a una disattenzione della difesa amaranto, piazzata non benissimo nell’occasione del raddoppio. La Reggina crea pochi pericoli alla retroguardia cosentina, e solo in mischia da calcio da fermo. L’ingresso di Di Michele, Viola e Louzada non cambia le sorti della partita.

La partita finisce con la sconfitta della Reggina per 2-0. Il Cosenza “vendica” la gara di andata, unico derby vinto dalla Reggina in questa stagione, e la squadra amaranto viene duramente contestata a fine gara dai tifosi assiepati nel settore ospiti dello stadio di Cosenza. La Reggina che sembra sempre essere sul punto di spiccare il volo, dal punto di vista del gioco lo ha già fatto in qualche occasione, non riesce ad allungare la striscia di risultati positiva. La contestazione ai giocatori, pur se comprensibile da parte del pubblico, ci appare esagerata soprattutto perché rivolta ai senatori che, seppur in maniera non definitiva, hanno risolto molti dei problemi della squadra che ha iniziato il campionato.

TABELLINO

COSENZA-REGGINA 2-0.
Marcatori: De Angelis (23′), Caccetta (70′)

COSENZA: Ravaglia, Corsi, Ciancio, Arrigoni, Carrieri (63′ Serpieri), Magli, Criaco (Chidichimo 76′), Caccetta, Cesca, De Angelis (85′ Tortolano), Statella. A disp: Saracco, Novello, Serpieri, Fornito, Chidichimo, Tortolano, Calderini. All: Roselli

REGGINA: Belardi; Di Lorenzo, Ungaro (84′ Louzada), Cirillo, Aronica; Zibert; Gallozzi (57′ Di Michele), Benedetti, Maimone, Masini; Balistreri (79′ Viola). A disp: Kovacsik, Ammirati, Camilleri, Di Michele, Louzada, Salandria, Viola. All: Alberti

ARBITRO: Morrale di Roma 1

Angoli: 8-7
Ammoniti: Zibert (36′), Carrieri (38′), Ungaro (53′), Criaco (55′), Corsi (59′), Aronica (65′)

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250