Reggina-Matera 2-6: Un incubo per la Reggina che non ci crede fino alla fine. | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Lega Pro

Reggina-Matera 2-6: Un incubo per la Reggina che non ci crede fino alla fine.

Inserito da on 24 ottobre 2016 – 00:04No Comment |

Una Reggina troppo brutta per essere vera impatta sulla corazzata Matera, farcita di ex, e si fa travolgre per 6-2 in casa davanti al proprio pubblico.

La Reggina passa subito in svantaggio grazie alla prima delle tre reti di Negro, oggi vera bestia nera della difesa, orfana del proprio faro Kosnic. Proprio sulla assenza del difensore centrale, a fine gara Zeman ammette una certa sofferenza, ma si dice convinto che non sia dipeso tutto dalla sostituzione: “Sarebbe grave”, le sue parole.

Poco prima della mezz’ora, arriva il 2-0, sempre siglato da Negro, che sembra mettere il sigillo alla gara, ma la Reggina è brava a reagire e a trovare il gol che dimezza le distanze con Porcino. Nemmeno il tempo di ripartire che il Matera trova il nuovo doppio vantaggio con Negro al minuto 39.

Il primo tempo è stato di marca nettamente ospite, con la Reggina impegnata a difendere come poteva ma incapace di ripartire palla al piede come aveva abituato a fare nelle prime giornate. I lanci lunghi dalle retrovie erano facile preda della difesa ospite che ha sovrastato fisicamente e nella corsa gli attaccanti amaranto.

Nella ripresa le cose sembrano finalmente cambiare e la Reggina si rifà sotto con un gol di Coralli, che porta il punteggio sul 3-2 per gli ospiti. La Reggina prova a giocare palla a terra, alzando il pressing e impedendo al Matera di proporre il proprio gioco. La differenza tecnica tra due squadre si riduce e nella ripresa assistiamo ad una gara più equilibrata, con la Reggina in crescita e padrona del campo. Il Matera si limita a controllare il punteggio sempre a proprio favore. Un gol annullato per fuorigioco però interrompe la rincorsa della Reggina, che a un quarto d’ora dal termine molla completamente concedendo ampie praterie e una parità numerica agli attaccanti ospiti che infatti colpiscono per tre volte e ringraziano. L’ultimo gol lo realizza Louzada, che non esulta in segno di rispetto verso i suoi ex tifosi.

Al termine della gara le due tifoserie abbracciano i propri calciatori come se avessero vinto entrambe le formazioni. Da encomiare la Curva Sud reggina, che a parte i fumogeni, accesi ma non lanciati in campo, che costeranno una multa alla società, ha dimostrato per 90 minuti una maturità ed una correttezza esemplare. Consueto abbraccio tra squadra e tifoseria al termine della gara.

TABELLINO

REGGINA – MATERA 2-6

REGGINA: Sala, De Bode, Gianola, De Francesco (76’ Bianchimano), Knudsen(61’ Bangu), Coralli, Oggiano, Botta, Porcino, Cane, Possenti All. Zeman

MATERA: Bifulco, De Franco, Piccinni, Iannini, Strambelli (72’ Carretta), Sartore (61’ De Rose), Armellino, Di Lorenzo, Casoli, Ingrosso, Negro (76’ Louzada) All. Auteri

Arbitro: Robilotta di Sala Consilina – Assistenti: Lombardi di Castellamare, Spiniello di Avellino

Marcatori: 6’ Negro (rig.), 27’ Negro, 32’ Porcino, 39’ Negro, 49’ Coralli, 75’ Carretta, 89’ Iannini, 91 Louzada

Ammoniti: Sala, De Bode, De Lorenzo, Coralli

Recupero: 2’pt, 4’st

reggina-matera-coreografia

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250