Rende-Reggina 2-1. Gli amaranto hanno raggiunto il fondo. Speriamo non cominci a scavare.

Tra pochissimo in campo Rende e Reggina per un derby che pochi avrebbero pronosticato fino a un paio di mesi fa, ma che oggi la squadra di Cozza si trova a disputare in una difficile posizione di classifica.

La Reggina perde la quinta partita su sette gare di campionato disputate. Per gli amaranto, due volte in svantaggio e costretti ad inseguire, si tratta di un cammino in linea con le deludenti ultime due stagioni, concluse con due retrocessioni. Una sul campo e una per via dei problemi della società guidata da Lillo Foti. La nuova Reggina non sembra essere in grado di invertire il trend. Si continua a perseverare negli errori già visti, che hanno in passato contribuito ad allontanare la gente dallo stadio. Adesso si deve cambiare passo. Non farlo sarebbe davvero troppo anche per i tifosi più affezionati.

Queste le due formazioni delle due squadre che sono scese in campo.

Rende-Reggina 2-1

Rende: De Brasi, Ruffo, La Gioia, Piromallo, Marchio, Scarnato, Papa (74′ Azzinnaro), Fiore, Actis Goretta, Zangaro (25′ Falbo), Feraco (84′ Mallamaci).
A disposizione: Mirabelli, Falbo, Azzinnaro, Cristofaro, Mallamaci, Conforti, Bruno.
Allenatore: Trocini.

Reggina: Ventrella, Maesano, Carrozza (73′ Bramucci), Corso, De Bode, Brunetti, Mautone (79′ Russo), Roselli, Zampaglione, Arena, Lavrendi (73′ Mangiola).
A disposizione: Licastro, D’Angelo, Cucinotti, D’Ambrosio, Mangiola, Russo, Dentice, Bramucci, Riva.
Allenatore: Cozza

Marcatori: Papa (15′), Maesano (40′), Papa (61′)

Ammoniti: Marchio, Feraco, Brunetti, Lavrendi

Recuperi: 2′ pt., 5′ st.