Andrea Paolucci a InAmaranto: “Il Cittadella fa gioco di squadra. Io alla Reggina? Mai dire mai” | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Serie B

Andrea Paolucci a InAmaranto: “Il Cittadella fa gioco di squadra. Io alla Reggina? Mai dire mai”

Inserito da on 21 novembre 2013 – 12:37No Comment |
Andrea Paolucci

Andrea Paolucci

Uomo d’ordine. Andrea Paolucci ha arretrato il proprio baricentro nel corso degli anni, dopo gli inizi da centrocampista offensivo nelle giovanili di Pescara e Fiorentina. Adesso è il faro del centrocampo del Cittadella, dove mister Foscarini gli sta concedendo spazio e fiducia. Sabato, nel giorno del suo compleanno, affronterà la Reggina che lo ha richiesto insistentemente nelle ultime due stagioni, già da quando militava nell’Andria.

Ecco le sensazioni del (quasi) 27enne raccolte da InAmaranto.it all’antivigilia del match del “Tombolato”.

Andrea, qualche mese fa la Reggina ha sbancato il “Tombolato”. Quante sofferenze vi ha causato quella sconfitta?
“Si trattava di una partita chiave. Un risultato diverso ci avrebbe mandato in una situazione più tranquilla, facendoci ipotecare la salvezza. Avendo perso in casa, abbiamo dovuto soffrire fino alla partita con l’Ascoli. Per fortuna ci è andata bene e ci siamo salvate entrambe”.

Sofferenze per Cittadella e Reggina anche in questa stagione, a guardare la classifica.
“Il campionato è molto livellato. Vediamo squadre neopromosse che si stanno rivelando sorprendenti, è una Serie B equilibrata. Sarà ancora più dura centrare i vari obiettivi per tutte le formazioni. Noi cerchiamo di raggiungere una salvezza tranquilla. Sappiamo che la Reggina è dotata di giocatori di qualità, ma bisogna far punti in ogni partita. Anche le squadre senza grandi nomi stanno facendo benissimo”.

Pur essendo a Cittadella da due anni, possiamo dire che sei uno degli elementi più esperti.
“Ormai conosco l’ambiente. So gli automatismi, do il mio apporto da giocatore più esperto rispetto ai tanti nuovi arrivati. Cercheremo di far bene insieme”.

Cosa temete della Reggina?
“Vista contro il Palermo, la Reggina meritava sicuramente qualcosa in più nella ripresa. È una formazione di tutto rispetto, certi giocatori hanno qualità indiscusse e sarà per noi una gara complicatissima. Considerando le posizioni in classifica, ognuno ci terrà a far bene. Dovremo tirare fuori il massimo”.

Di solito il Cittadella riesce a mandare un attaccante in doppia cifra. Chi pensi potrà riuscirci quest’anno?
“Ci basiamo molto sul gioco di squadra. Il finalizzatore è ovviamente colui che ti fa la differenza: la presenza di un bomber consente una salvezza più agevole. Quest’anno sono arrivati i vari Perez, Coralli e Montini che adesso è infortunato. Sono tutti giocatori che potenzialmente possono arrivare in doppia cifra. Coralli conosce la categoria, ha sempre fatto gol. Ma scommetterei anche sugli altri nuovi arrivati, senza dimenticare Dumitru che è un ottimo elemento”.

La Reggina ti ha manifestato interesse nel passato recente?
“Ci sono stati dei contatti. Sono contentissimo dell’interesse della Reggina, visto che è una grande piazza. Adesso guardo il presente al Cittadella, ma mai dire mai. Fa sempre piacere riscuotere l’interesse di una squadra così importante”.

Sabato sarà per te un giorno particolare…
“Eh sì, siamo sotto compleanno. Spero di bagnarlo in modo positivo, ancora non ho mai segnato in Serie B”.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250