Juve Stabia-Reggina: Sala Stampa live. Gagliardi: “Se non ci credessi, non sarei venuto qui a farmi dileggiare dalla stampa” | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Serie B

Juve Stabia-Reggina: Sala Stampa live. Gagliardi: “Se non ci credessi, non sarei venuto qui a farmi dileggiare dalla stampa”

Inserito da on 8 febbraio 2014 – 17:23No Comment |
Franco Gagliardi, Diego Zanin

Franco Gagliardi, Diego Zanin

Dichiarazioni post gara da parte dei protagonisti della partita.

A parlare ai microfoni della stampa i due tecnici Pea e Gagliardi, oltre che i due autori del gol, Di Nardo e Gerardi. Ai nostri microfoni anche Ipsa e De Falco.

Fulvio Pea: “Noi dobbiamo pensare a lavorare e a fare bene come abbiamo fatto oggi. Peccato per oggi che abbiamo creato tanto e forse avremmo meritato di vincere. Di Nardo è stato bravo e fortunato a fare gol subito dopo entrato ma è molto bravo a crearsi l’occasione. In Serie B uno come lui può essere molto utile. Ancora non abbiamo sfruttato tutti i nuovi arrivi. Nella ripresa bene la Reggina sia per i nuovi entrati che per la nostra stanchezza e poca lucidità. Abbiamo recuperato 5 punti dalla zona playout, perché non dovremmo crederci? Sarebbe certamente un miracolo, ma noi siamo qui apposta e ci crediamo. Non mi sono mai creato problemi sui giocatori, la società ha voluto cambiarne tanti, ma io sono disponibile ad allenare quelli che ho a disposizione. La Reggina è una buona squadra molto bene in fase difensiva e sopratutto molto bene nelle ripartenze. Fino alla fine del campionato bisogna giocarsela”.

Di Nardo: “A livello personale non mi è mai successo di fare gol così velocemente appena entrato in campo. Al di là di quello sapevamo che era una partita importantissima che volevamo far nostra. Nell’occasione alla fine il pallone era troppo arretrato e sono dovuto arretrare prima di calciare. Peccato segnando quello avremmo chiuso la gara. Sono contento comunque del mio esordio. È stato un peccato non vincere, abbiamo avuto occasioni importanti, traverse abbiamo creato abbastanza. Forse ci siamo abbassati nell’ultimo quarto d’ora, anche per merito della Reggina e della nostra stanchezza. Poi voler portare la partita a casa ti porta ad abbassarsi un po’. C’è entusiasmo da parte di tutti. Dopo la partita non si deve parlare e stare tranquilli e pensare alla prossima partita”

Franco Gagliardi: “La Reggina poteva vincere. La Juve Stabia ha dimostrato che può tirarsi fuori dalla zona calda. Questo è un pareggio che ci sta tutto, si poteva vincere ma anche perdere. 7 punti in tre partite direi che è un’ottima partenza. Non penso al passato, e mi rifaccio al presente che è Gagliardi e Zanin che sono due ottimi allenatori. La squadra è ottima e ricalca quello che sono le nostre indicazioni. È un punto pensate perché rispetto la Juve Stabia prima e ancora di più oggi. Siamo in un momento negativo, ma penso che ci stiamo dando da fare per uscire. Se posso dire la mia polemicamente, Foti e Giacchetta nel mercato hanno centrato diversi obbiettivi come l’affidarsi a Gagliardi e Zanin per valorizzare i giovani che prima non venivano considerati, oltre all’acquisto di Dumitru, il ritorno di Barilla e del portiere Pigliacelli. Credo che andremo a centrare gli obbiettivi e potremo toglierci delle soddisfazioni. Credo che potremo uscire dalla zona pericolosa altrimenti non avrei accettato di venire qui a subire le vostre critiche e il vostro dileggio. Oggi non abbiamo perso, siamo anche andato in svantaggio, poi abbiamo avuto la fortuna di indovinare i cambi. Sbaffo meritava il gol, ma li c’era Benassi che a Reggio veniva ritenuto uno che non parava. Ma più di quello mi dispiace che dal possibile gol per noi siamo passati all’espulsione di Lucioni. La conoscenza del gruppo è poca, altri l’hanno tenuta per tutto il girone di andata, ma senza parlare degli altri, voglio dire che sono stati bravi i due tecnici a gestire il gruppo e migliorarsi nel secondo tempo, noi come la Juve Stabia. Il principale motivo di orgoglio è la reazione al gol subito, i giocatori hanno reagito, gli allenatori non hanno dormito ed ecco che è venuta una buona reazione. Do il merito del mercato a Foti e Giacchetta, soprattutto Giacchetta che ha fatto un buon mercato e che fa sempre un buon lavoro che non gli viene riconosciuto. Benassi non l’ho conosciuto, ma Falco non l’avrei mai fatto andare via e lui lo sa, ci sono stati dei meccanismi che hanno fatto sì che questo ragazzo talentuoso non fosse a mia disposizione. Altri non l’hanno utilizzato, non io e Zanin. La classifica non la guardo mai, la guarderò solo alla fine del campionato.

Federico Gerardi: “Era da tempo che volevo segnare. Oggi siamo stati bravi dopo lo svantaggio a non disunirci. Bene io e Sbaffo nell’occasione. Nel mercato si era parlato di me in uscita, ma sono rimasto volentieri e darò il massimo per la causa. Sbaffo ha fatto un buon cross e io ho preso bene il tempo superando Benassi. Dopo il gol gli ho detto scherzando di averlo purgato ancora. Peccato perché volevamo e potevamo portarla a casa. Dedico il gol al dottore visto che io in settimana stavo male e lui mi ha riportato in forse, altrimenti non avrei nemmeno giocato”.

Kristian Ipsa: “È difficile giocare su questo campo, specialmente per noi che non ci siamo abituati. Potevamo anche vincere ma va bene così. Noi tenevamo la linea ma siamo partiti un po’ in ritardo con lui che è arrivato prima di noi. La riguarderemo e non dobbiamo più prendere gol in questo modo. Nel 2014 sono cambiate tante cose e adesso abbiamo tanta voglia e lottiamo uno per l’altro. Siamo più squadra di prima. Lavorando bene in settimana i risultati alla fine si vedono. Per loro era fondamentale e non potevano perdere, ma noi eravamo pronti e avevamo preparato bene la partita in settimana. Peccato per le occasioni avute, ma va bene così. Questa alla Reggina è una buona esperienza, spero che da qui alla fine daremo soddisfazioni ai tifosi e che ci salveremo”.

De Falco: “Il risultato non ci soddisfa perché dobbiamo vincerle tutte. La nostra classifica non ci consente di fare passi falsi. Nel primo tempo abbiamo creato, così come nella ripresa. Poi noi abbiamo accusato la stanchezza e abbiamo consentito alla Reggina di recuperare. Nel secondo tempo abbiamo gestito male il punteggio, dopo l’1-0 dovevamo far giocare loro e fare il catenaccio della situazione. La stanchezza ci ha condizionato e abbiamo creato qualcosa in più. Quando ti abbassi concedi per forza occasioni agli avversari, sicuramente non siamo una squadra perfetta, ma certamente lavoreremo e cercheremo di fare sempre meglio”.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250