Reggina-Crotone: Sala stampa live. Gagliardi: “Sono ancora sul ponte, quando la ruota girerà darò calci nel culo a tutti” | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Serie B

Reggina-Crotone: Sala stampa live. Gagliardi: “Sono ancora sul ponte, quando la ruota girerà darò calci nel culo a tutti”

Inserito da on 15 marzo 2014 – 17:29No Comment |
Franco Gagliardi

Franco Gagliardi

Dichiarazioni dalla sala stampa dello stadio Granillo, al termine della partita Reggina-Crotone, vinta dagli ospiti per 4 reti ad 1.

Ai microfoni della stampa Franco Gagliardi, Massimo Drago, Fabio Lucioni e Daniel Adejo.

Fabio Lucioni: “Noi volevamo vincere nel nostro stadio. Dopo aver pareggiato, vai avanti e provi a fare il secondo. Il lavoro non è dei singoli, e del gruppo, dovremo cercare di lavorare di più e meglio da lunedì in poi perché adesso le partite sono sempre di meno da qui alla fine.”

Daniel Adejo: “Non credo di aver sbagliato sul secondo gol. La squadra non ha chiamato l’uomo che era dietro. In settimana vedremo il video col mister e ne parleremo, non l’ho visto.”

Franco Gagliardi: “La classifica è come quella di prima con una partita in meno. La Reggina ha giocato a calcio. Tra noi e loro c’è stato un gol in meno da parte nostra, e uno in più da parte loro. Il momento decisivo della partita sono state le occasioni non sfruttate da parte nostra. Il Crotone è venuto a onorare una classifica che meritano. Se avessimo avuto una posizione diversa in classifica avremmo giocato in maniera diversa, forse ci saremmo chiusi, avremmo buttato via qualche pallone. I giocatori sono 11 che devono giocare. Li stiamo facendo ruotare. Fino al momento del gol, non c’è stato un tiro in porta. Ma con la nostra classifica, sempre sull’orlo del baratro dobbiamo per forza concedere qualche azione alle squadre più forti di noi in questo momento. Adesso dobbiamo ritemprarci in settimana e poi tornare al lavoro. Zanin ha fatto il suo dovere. Tutti abbiamo cercato di confrontarci in campo. Io sono ancora sul ponte, la Reggina ha onore e non ha mai chiesto niente a nessuno. Quando la ruota girerà, darò calci in culo a tutti. Ho visto una Reggina affrontare il Crotone a viso aperto. La Reggina ha creato molto. Abbiamo subito e poi rimontato e di nuovo subito. Mi spiace non aver concretizzato le occasioni avute sullo 0-0. Non ci si può piangere addosso. La nostra esperienza ci dice che dobbiamo lavorare in uno spogliatoio che deve prendere fiducia. Lavoreremo su quanto fatto fino al 60′. Ho rivisto la conferenza stampa famosa. Ho pensato che mi è venuto di getto e non volevo fare scoop. Avevo qualcosa da ridire alla stampa di Reggio e volevo che incentivassero una partita che ritenevo delicata. Forse sono andato aldilà, e chiedo scusa, ma è il mio essere. Spero di non doverne fare più.”.

Massimo Drago: “Nel primo tempo la Reggina ci ha imbrigliato bene, facendoci giocare per vie orizzontali che noi non amiamo. Le due squadre si temevano, io sapevo che loro avrebbero provato a metterci in difficoltà. Si chiudevano e ripartivano. Poi nella ripresa la musica è cambiata. È stata brava la mia squadra a cercare il gol dopo aver subito il pareggio. Il nostro gol ha rimesso le cose a posto. Loro poi si sono buttato avanti e hanno lasciato a noi gli apszi che ci piacciono e abbiamo fatto il terzo e quarto gol. Andremo a Bari per mantenere la posizione in classifica che ci inorgoglisce. Grazie ai ragazzi che seguono quelle che sono le indicazioni dell’allenatore e poi vanno in campo a fare prestazioni come quella di oggi. Ci siamo salvati, ma non è che adesso non giocheremo più. Non è facile a Crotone portare tanta gente allo stadio, già 3500 per noi sono tantissime. Oggi ci tenevamo, per noi non era una partita come le altre. Dal 1952 non vincevamo a Reggio Calabria e ci siamo riusciti dopo averlo fatto anche all’andata. Ieri Gagliardi ha parlato di me in conferenza stampa. La cosa mi lusinga molto, sapere di aver la stima del presidente Foti mi fa molto piacere. Ma devo dire grazie alla mia società che mi ha fatto crescere.”

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250