Federico Gerardi: “Bene in coppa, adesso il campionato dirà a che punto siamo”

Gerardi in contrasto
Gerardi in contrasto

Federico Gerardi è soddisfatto della propria prestazione e dei due gol in altrettante partite.

Secondo l’attaccante amaranto però, queste due partite sono poco indicative dello stato di forma delle avversarie e della Reggina stessa.

“Due partite poco indicative, adesso dovremo vedere il campionato dove le sfide si faranno più vere. L’anno scorso ho interrotto il mio cammino dopo le prime belle partite, adesso speriamo di riprendere dove lasciato. La nostra fame è merito del mister, che ci massacra durante la settimana, e questo ci fa arrivare prima sulle palle, in questo modo vinci i contrasti”.

Riguardo l’arrivo di rinforzi nel reparto avanzato: “La concorrenza c’è ovunque, tutte le squadre hanno due o tre prime punte. Una prima punta non può fare tutte le partite ad alto livello, e quando questo accade gli altri giocatori sono pronti. Stiamo lavorando bene, dobbiamo adattarci ai meccanismi, e noi attaccanti ci faremo trovare al posto giusto nel momento giusto. Al momento abbiamo ancora le gambe pesanti”.

Obbiettivi della Reggina: “Abbiamo parlato col presidente e l’obbiettivo è quello di far bene. Vincendole tutte arriveremmo al vertice, vediamo. Siamo fisicamente al 60/70 per cento. Io rispetto la squadra ancora un po’ indietro per via dell’altezza. Penso che saremo in forma dopo le prime due tre partite di campionato. Oggi era importante arrivare prima sulle palle, poi si può sbagliare, ma l’importante è arrivarci. Io sono orgoglioso di essere stato scelto dal mister come prima punta titolare”.