Posticipo tutto amaranto al Granillo, con il pensiero a Piermario… | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Posticipo tutto amaranto al Granillo, con il pensiero a Piermario…

Inserito da on 12 ottobre 2012 – 11:04No Comment |

Piermario Morosini in maglia amaranto

Tornano ad accendersi i riflettori del Granillo. Gli amaranto, infatti, nel prossimo turno di campionato, saranno di scena in posticipo alle ore 20:45 contro il Livorno di mister Nicola, compagine toscana che ha iniziato davvero alla grande il torneo e che attualmente si trova al secondo posto in classifica con ben 16 punti, frutto di 5 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte.

Quando si parla di Reggina e di Livorno, per prima cosa, il pensiero non può che ritornare ad un ragazzo eccezionale che abbiamo avuto modo di conoscere a Reggio Calabria, anche se solo per pochi mesi, nella stagione 2009/2010. Stiamo parlando di Piermario Morosini, giovane centrocampista classe 86’ che lo scorso aprile, inaspettatamente, ci ha lasciato sul terreno di gioco di Pescara. Piermario, ha indossato sia la maglia della Reggina che quella del Livorno. Ricordarlo è un dovere, professionisti seri ed umili come lui, in giro ce ne sono davvero pochi.

Il Livorno arriva in Calabria con la rabbia di chi ha incassato 5 sberle a domicilio. Infatti, nell’ultimo turno di campionato, i toscani hanno perso tra le mura amiche per 1-5 contro lo Spezia. Una sconfitta che brucia, soprattutto per come maturata. Infatti, probabilmente, se gli uomini di Nicola non fossero rimasti in 10 contro 11 già dal nono minuto del primo tempo, per via dell’espulsione ed infortunio del portiere Mazzoni, oggi vi racconteremmo di un’altra gara. La Reggina, invece, arriva a questo appuntamento maggiormente serena. I ragazzi di mister Dionigi, infatti, sabato scorso hanno battuto in casa per 1-0 il Novara di Tesser, grazie ad una rete realizzata su calcio di punizione dall’italo-brasiliano Rodrigo Ely. Una vittoria che serviva per la classifica e per il morale. La speranza è che non si sia trattato di un singolo episodio. La Reggina ha bisogno di trovare subito continuità di risultati, in modo da scalare al più presto una classifica che ancora piange, in attesa della sentenza del Tnas, che come vi abbiamo detto due giorni fa, non arriverà prima del mese di dicembre.

Mister Dionigi confermerà il modulo già visto all’opera nelle ultime due gare di campionato. Si tratta del 3-5-2, molto più simile ad un 5-3-2, ma dovrà farei i conti con due assenze pesanti a centrocampo. Infatti, non saranno delle gara, né Rizzo e né Barillà, entrambi squalificati per un turno dal giudice sportivo. Rientra Armellino, il quale dovrebbe trovare subito spazio come mezzala destra, al posto di Rizzo. Per sostituire Barillà, invece, potrebbe essere schierato Castiglia come mezzala sinistra di centrocampo. Il centrocampista cosentino, dopo il reintegro in rosa, scalpita e vorrebbe avere la sua chance. In settimana, il mister lo ha provato proprio in questa posizione, dandogli precisa indicazione di proiettarsi sempre in area di rigore per concludere a rete. Riuscirà Castiglia a convincere Dionigi? Noi pensiamo di si. Tuttavia le alternative, sia a destra che a sinistra non mancano, ve ne abbiamo parlato già ad inizio settimana. Melara e Bombagi potrebbero rappresentare due valide alternative. In mezzo, a protezione della difesa, ci sarà invece il finlandese Hetemaj, il quale sta dimostrando tanta quantità in mezzo al campo.

Mister Nicola, invece, gioca con il modulo 4-3-3, uno schieramento abbastanza offensivo. Molto interessante è la posizione che il tecnico ha trovato al brasiliano, ex Reggina, Emerson, il quale in Toscana non agisce più come difensore centrale ma come regista di centrocampo. In questo ruolo, Emerson ha già trovato due goal, con il suo micidiale sinistro, e sta chiaramente dimostrando di trovarsi meglio rispetto al ruolo che invece ricopriva lo scorso anno in riva allo Stretto. Tuttavia, nelle ultime due giornate di campionato, Nicola ha schierato Emerson come centrale sinistro della difesa a 4, ma il brasiliano, poi, in campo, si sgancia sempre dalla difesa e va a fare il regista puro di centrocampo. Molta attenzione, inoltre, i calabresi dovranno prestare al trio offensivo formato da Siligardi, Paulinho e Dionisi. Un tridente davvero formidabile, capace di andare in rete in qualsiasi momento ed in qualunque modo.

Insomma, al Granillo sarà davvero un bel posticipo. Con il “nuovo”, sarebbe meglio dire vecchio, sistema di gioco che sta utilizzando mister Dionigi, in queste ultime due partite, abbiamo avuto la sensazione che la Reggina riesce ad essere molto più coperta in fase difensiva; tuttavia abbiamo un timore, che è quello che, nel caso in cui gli amaranto subiscono per primi il goal, anziché farlo loro, diventa poi molto difficile riprendere l’avversario. Con questo sistema, in pratica, i calabresi lasciano l’iniziativa del match nelle mani degli avversari, i quali, in questo modo, potrebbero concedere agli amaranto spazio per poter colpire con le ripartenze. Ma questo può succedere fino a quando la squadra avversaria deve cercare la rete; dopodiché, se gli avversari passano in vantaggio, poi si chiudono e per i ragazzi di Dionigi, fare gioco con questo modulo, diventa davvero molto difficile. Molta importanza, dunque, avranno i cambi dalla panchina. Un Vincenzo Sarno, inserito in corsa, nel momento clou della gara, potrebbe rappresentare un’arma vincente. Mancano due giorni a Reggina vs Livorno, ne siamo certi, non ci annoieremo…

 

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250