Reggina, in 24 per realizzare un sogno. Adesso tocca a calciatori, allenatore e tifosi… | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Reggina, in 24 per realizzare un sogno. Adesso tocca a calciatori, allenatore e tifosi…

Inserito da on 3 settembre 2013 – 09:00No Comment |
Il presidente Foti

Il presidente Foti

Ventiquattro uomini per realizzare un sogno! Ieri sera alle 23:00 il calciomercato estivo 2013 ha definitivamente chiuso i battenti. Rose ultimate, adesso sarà solo il campo a parlare. Reggina protagonista nell’ultimo giorno di mercato. In amaranto arrivano il difensore Gentili, l’esterno sinistro Foglio e il trequartista Falco. Lasciano lo Stretto, invece, Barillà, che ritrova la Serie A, Bombagi, Viola, Giosa, D’Alessandro e Burzigotti.

Un calciomercato sicuramente importante quello condotto dalla società del presidente Foti nell’anno del Centenario. Tantissimi i movimenti effettuati sia in entrata che in uscita, per una rosa che alla fine del mercato presenta 24 calciatori più un solo fuori rosa (Liberacki), l’unico per il quale la Reggina non è riuscita a trovare una sistemazione. Insomma, in casa Reggina si è lavorato davvero tanto e bene. Riuscire a trovare una sistemazione a ben 11 calciatori messi fuori rosa non era impresa da poco. Il presidente Foti ed il direttore sportivo Giacchetta ci sono riusciti, puntellando la squadra anche con degli arrivi importanti per la categoria.

La Reggina 2013/2014 ha un portiere titolare, Benassi, ed un buon sostituto, Zandrini. Cinque difensori centrali: Adejo, Lucioni, Ipsa, Di Lorenzo e Gentili. Due esterni destri, Maicon e Caballero, e due esterni sinistri Foglio e Contessa. Cinque centrocampisti centrali: Colucci, Strasser, Rigoni, De Rose e Dall’Oglio più tre mezzali/trequartisti Sbaffo, Sainz-Maza e Falco ed un pacchetto di cinque attaccanti: Di Michele, Cocco, Gerardi, Louzada e Fischnaller. A questi 24 calciatori, nel corso della stagione, spesso, verrà aggregato anche il difensore polacco mancino della Primavera, Bochniewicz (classe 1996).

Leggendo la rosa, la nostra prima considerazione è che questa Reggina non è stata allestita per poter giocare con il 3-5-2 puro ma con un 3-4-2-1 oppure con un 3-4-1-2. Ciò che ci spinge ad affermare ciò è che nell’organico non è presente un regista di centrocampo (fatto un tentativo ieri per Genevier del Siena, passato poi al Novara), mentre sono presenti ben sei calciatori: Sbaffo, Di Michele, Sainz-Maza, Louzada, Falco e Fischnaller che possono tranquillamente giocare alle spalle di un’unica punta nel 3-4-2-1.

Cosa manca a questo organico? Probabilmente un difensore mancino (andati a vuoto i tentativi per Albertazzi e Polenta), un regista puro di centrocampo, mancanza alla quale però si può tranquillamente ovviare evitando di giocare con il modulo 3-5-2, collocando Colucci in una posizione che forse non gli si addice molto (davanti alla difesa) e un esterno destro di centrocampo maggiormente esperto (ieri si è provato per Angelo del Siena), visto che in questo ruolo sono presenti il giovanissimo Maicon e l’uruguayano Caballero, alla sua prima esperienza in Italia. Riteniamo, inoltre, sia giusto spendere anche due parole riguardo la cessione di Barillà alla Sampdoria. Certo, perdere un prodotto del Sant’Agata proprio nell’anno del Centenario non fa piacere, ma Barillà non è un esterno sinistro di centrocampo. Se doveva essere utilizzato in un ruolo non suo, forse è meglio che sia passato alla Sampdoria, dove avrà l’opportunità di dimostrare il suo valore nella massima Serie e alle dipendenze di un allenatore bravo ed esperto come Delio Rossi. Barillà è una mezzala sinistra di centrocampo, ottimo per il modulo 3-5-2. Da esterno sinistro puro, invece, non riesce ad esprimere al meglio le sue potenzialità. Il suo sostituto, Valerio Foglio, invece, sembra più idoneo a ricoprire il ruolo che per tre anni è appartenuto a Simone Rizzato. In attacco, invece, crediamo che la squadra sia ben attrezzata. Cocco e Gerardi sono due buoni attaccanti per la categoria, almeno uno dei due potrebbe pure arrivare in doppia cifra a fine stagione. Inoltre, Di Michele, nonostante la più non giovanissima età, è sempre una garanzia, mentre Louzada e Fischnaller devono ancora crescere molto.

Per il resto, ci sentiamo di affermare che l’organico della Reggina centenaria è discreto e questa squadra potrà lottare sino all’ultima giornata per conquistare un posto tra le prime otto del Campionato e dunque avere accesso alla disputa dei play-off promozione. Certo, nel calcio tutto può succedere, ma a nostro parere questa squadra non potrà lottare per la promozione diretta nella massima Serie. Davanti alla Reggina, oggi, riteniamo che ci sono almeno 5-6 squadre maggiormente attrezzate e che probabilmente battaglieranno sino alla fine per conquistare i primi due posti della graduatoria, quelli che consentono di salire in Serie A senza dover passare per i play-off. Ci si aspetta molto da Strasser, Sbaffo, Sainz-Maza e Falco. Se la Reggina avrà pescato bene, questi quattro elementi potranno far fare un notevole salto di qualità a questa squadra.

In conclusione, diamo un 7 al mercato in entrata della Reggina, 8 invece a quello in uscita. Adesso tocca a calciatori, allenatore e tifosi. Nell’anno del Centenario, Reggio Calabria e la Reggina vogliono sognare!

 

 

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , , , , , , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250