Reggina, contro la Juve Stabia non ci sono in palio soltanto i tre punti… | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Reggina, contro la Juve Stabia non ci sono in palio soltanto i tre punti…

Inserito da on 6 settembre 2013 – 09:28No Comment |
Mister Atzori

Mister Atzori

Dopo una settimana decisamente poco tranquilla e serena, domenica pomeriggio alle ore 15:00 la Reggina di Atzori torna in campo al Granillo per la III giornata del campionato di Serie B. Ospite la Juve Stabia di Braglia, squadra ostica e rafforzatasi nell’ultimo giorno di mercato con l’arrivo dell’attaccante Doukara dal Catania.

Una sfida insidiosissima per la Reggina, non inganni assolutamente il fatto che le “vespe” sono ferme a zero punti in classifica dopo due giornate per aver perso contro Pescara e Spezia. Sottovalutare i campani vorrebbe dire andare sicuramente incontro ad una figuraccia e dopo una settimana tribolata, come quella che ci stiamo per lasciare alle spalle, potrebbe davvero succedere di tutto. Atzori non potrà contare su Di Lorenzo, Ipsa e Strasser, mentre saranno disponibili i nuovi arrivati Gentili, Foglio e Falco. Il tecnico di Collepardo sta studiando delle soluzioni e tra queste c’è pure un possibile cambio di modulo. Ieri Atzori ha provato il 4-3-2-1, con Maicon nel ruolo di terzino destro e Contessa in quello di terzino sinistro. Adejo e Lucioni difensori centrali. Potrebbe essere proprio questa la soluzione che proporrà il mister per evitare di lanciare subito nella mischia Gentili e Foglio, i quali, seppur in buone condizioni, non lavorano neppure da una settimana con il gruppo. In alternativa, il tecnico potrebbe continuare a puntare sul 3-4-2-1, spostando Lucioni come centrale sinistro nella difesa a tre e lanciando in campo dal primo minuto Gentili come centrale di difesa e Foglio oppure Contessa come esterno sinistro. Nonostante le tre pesanti assenze, come si può notare, il mister ha ampia scelta, a dimostrazione della bontà della rosa a sua disposizione. A centrocampo, Rigoni dovrebbe prendere il posto di Strasser, al fianco di Colucci. In caso di centrocampo a tre, giocherebbe anche De Rose, altrimenti se si giocherà con il 3-4-2-1, la coppia di mediani sarà quella composta da Colucci e Rigoni. In attacco, alle spalle di una prima punta, Cocco è favorito su Gerardi, agirà sicuramente Di Michele, insieme ad uno tra Louzada, Fischnaller, Sainz-Maza, Falco e Caballero, il quale probabilmente in un tridente d’attacco, si troverebbe maggiormente a suo agio rispetto che sulla fascia destra.

Braglia dovrebbe rispondere con il modulo 4-1-3-2 dato che il tecnico campano, solitamente sta schierando Mezavilla proprio davanti alla difesa, nella quale, domenica, potrebbero esordire sia Contini che l’ex amaranto Lanzaro. In attacco dovrebbe trovare spazio dall’inizio Doukara, il quale scalpita per ottenere subito una maglia da titolare al fianco di Diop o Di Carmine. Al Granillo arriverà una Juve Stabia arrabbiata e desiderosa di conquistare i primi punti in classifica.

Lo scorso anno, con non poche sofferenze, la Reggina di Pillon, grazie alle reti di Di Michele e Comi, riuscì a battere le “vespe” per 2-1 al Granillo. Domenica sarà tutt’altra sfida, con la Reggina che ha necessità assoluta di vincere per allontanare le tensioni e i malumori dell’ultima settimana e cancellare la non brillante prova di Lanciano. Per gli amaranto, dunque, non ci sono in palio soltanto i tre punti in classifica ma qualcosa in più, la credibilità del progetto nell’anno del centenario. Siamo solo alla terza giornata di campionato ma la Reggina e Atzori già non possono più sbagliare.

 

 

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250