Reggina, è il momento di osare! Contro il Carpi perché no con il 4-2-4 dall’inizio? | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Reggina, è il momento di osare! Contro il Carpi perché no con il 4-2-4 dall’inizio?

Inserito da on 25 settembre 2013 – 10:09No Comment |

atzoriDue sconfitte, una vittoria e tre pareggi. Il bilancio della Reggina centenaria dopo le prime sei giornate di campionato non è sicuramente esaltante. Rispetto a Dionigi lo scorso anno, Atzori ha raccolto soltanto un punto in più. Ieri sera, a Varese, gli amaranto meritavano come minimo il pareggio, mentre contro Bari e Novara in casa, probabilmente, si sono persi per strada quattro punti.

Reggina sicuramente sfortunata ma non può essere solo questione di fortuna. Gli amaranto denotano poca concretezza sotto rete. Si crea tanto ma si segna poco. Inoltre, la difesa subisce goal alla prima disattenzione. E così la classifica dei calabresi inizia ad essere brutta e preoccupante. Sabato al Granillo arriva il neopromosso Carpi, già affrontato e battuto dalla Reggina di Atzori durante il primo turno di Coppa Italia. La Reggina deve vincere, non ci sono alternative!

Non vogliamo neppure minimamente pensare a quello che potrebbe succedere in caso di risultato negativo. Si rischia di rivivere un’altra stagione mesta come quella dello scorso anno e di due anni fa. Non sarebbe giusto, in primis per i tifosi amaranto e poi per la storia del club che nell’anno del Centenario dovrebbe disputare un campionato importante.

La Reggina di Atzori ha espresso il meglio di sé con il modulo 4-2-4 che in realtà è un 4-4-2 offensivo. Il tecnico di Collepardo ritiene che questa soluzione non è proponibile dal primo minuto ma eventualmente a gara in corso. Noi pensiamo che, soprattutto per dare un segnale forte ai tifosi e soprattutto agli avversari, per una volta, sarebbe il caso di osare dal primo minuto sabato contro il Carpi. D’altra parte, la Reggina ha gli uomini adatti per poter interpretare questo sistema di gioco. Di Michele a sinistra e Fischnaller a destra, in queste prime sei giornate di campionato hanno ampiamente dimostrato di essere molto bravi anche a fare la fase difensiva, rincorrendo gli avversari fino a ridosso dell’area di rigore. Inoltre, a gara in corso, le alternative non mancano. Louzada, Falco, Miguel Angel rappresentano della valide alternative, mentre Cocco e Gerardi, in questo modo, si troverebbero a giocare insieme dal primo minuto e siamo sicuri che per la retroguardia avversaria sarebbero problemi. A centrocampo bisognerebbe puntare su due mordi caviglie (Rigoni e Strasser), mentre in difesa basterebbero soltanto due centrali (Adejo e Lucioni) con Maicon e Foglio che si abbasserebbero un po’ come già avvenuto nel secondo tempo di Reggina-Juve Stabia.

E’ arrivato il momento di osare, per una volta deve essere la Reggina a dare per prima il cazzotto agli avversari. Questo sistema di gioco ha già portato in Serie A il Bari ed il Siena di Conte, squadre che scendevano in campo dal primo minuto con la voglia di mangiarsi l’avversario, senza paura! Contro il Carpi si deve vincere. Scendere in campo senza paura, far capire agli avversari che ottenere punti al Granillo sarà difficilissimo per tutti. La Reggina deve rialzare subito la testa, deve farlo già sabato!

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250