Reggina, a Modena per confermare l’inversione di tendenza | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Reggina, a Modena per confermare l’inversione di tendenza

Inserito da on 17 ottobre 2013 – 16:45No Comment |

Gianluca Atzori durante un'intervistaDue giorni e si torna in campo. Dopo lo splendido successo ottenuto sabato sera scorso ai danni dell’Empoli, sabato pomeriggio, alle ore 15:00 i ragazzi di Atzori torneranno in campo a Modena per affrontare la formazione allenata dall’ex Novellino.

In Emilia Romagna, la Reggina vuole dimostrare che il vento è cambiato, che la vittoria contro la seconda della classe non è stato un episodio casuale ma una prova di forza e di carattere di un organico che è in ripresa. Già da martedì, Atzori ha fatto lavorare i suoi a porte chiuse. I motivi sono semplici: tenere alta la concentrazione ed evitare che da Modena, l’ex Novellino potesse mandare al Sant’Agata qualche “osservatore” per cercare di capire le sue intenzioni.

Contro i canarini, Atzori dovrà rinunciare a Di Michele, Cocco e Sbaffo per squalifica. In un primo momento si era capito che la squalifica di Sbaffo sarebbe scaduta proprio alla vigilia della trasferta di Modena. In realtà non è così e dunque il calciatore marchigiano sarà disponibile soltanto a partire da Reggina-Pescara, in programma al Granillo il 25 ottobre sera. Sbaffo sarebbe tornato molto utile ad Atzori in questa trasferta, il quale avrebbe potuto schierarlo come mezzala sinistra di centrocampo, avanzando Miguel Angel alle spalle dell’unica punta Gerardi.

La Reggina inizia ad avere una sua fisionomia ben precisa e questo è sicuramente un bene. Dopo una serie di esperimenti continui, Atzori sembra aver deciso che la sua Reggina giocherà con un 3-5-2 puro, con De Rose nel ruolo di playmaker basso davanti alla difesa e Miguel Angel da mezzala sinistra di centrocampo. Dall’Oglio agisce da mezzala destra, mentre sulle fasce Da Silva e Foglio sono sempre più una garanzia. Il trio difensivo (Adejo, Lucioni, Ipsa) sembra inamovibile a protezione di Benassi, mentre in attacco Di Michele agirà da seconda punta al fianco di uno solo tra Gerardi e Cocco. Con il rientro di Sbaffo, è probabile che il calciatore di proprietà del Chievo verrà schierato nel ruolo attualmente ricoperto da Miguel Angel oppure da Dall’Oglio. Il tempo ci dirà, nel frattempo c’è d’affrontare questa trasferta di Modena che sicuramente sarà ricca d’insidie.

Gli uomini di Novellino arrivano alla sfida con 12 punti in classifica. Domenica pomeriggio hanno pareggiato a Latina, mentre in precedenza avevano perso in casa dell’Empoli. Gli emiliani, dunque, cercano i tre punti e faranno di tutti per ottenerli davanti al pubblico amico, potendo contare su uno scatenato Babacar, il quale in questo inizio di stagione ha la media di un goal ogni due partite. Dopo aver adottato per tutta la sua carriera il 4-4-2, mister Novellino sta adesso utilizzando il 3-5-2 con Mazzarani a supporto di Babacar. In cabina di regia c’è Salifu, promettente centrocampista ghanese di proprietà della Fiorentina. I centrocampisti amaranto dovranno essere bravi a cercare d’impedire a Salifu di costruire il gioco, pressandolo appena entra in possesso della palla.

Vincendo a Modena, la Reggina aggancerebbe in classifica i canarini. L’occasione c’è ed è ghiotta. Fare risultato al Braglia non sarà facile ma la Reggina di Atzori ha già perso troppo terreno. Gli amaranto non possono più sbagliare e quello di sabato pomeriggio è già un esame di maturità. La tendenza è davvero cambiata? La risposta sabato sera…

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250