Calcio Serie B: Reggina, adesso coniugare risultato e prestazioni | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Calcio Serie B: Reggina, adesso coniugare risultato e prestazioni

Inserito da on 26 novembre 2013 – 11:23No Comment |
Fabrizio Castori in conferenza stampa

Fabrizio Castori in conferenza stampa

Subito dopo la gara interna con il Palermo, il tecnico Castori aveva dichiarato di aver visto la Reggina migliore della sua gestione.

Crescita atletica, buona prestazione, meno il risultato. E con la speranza di trovare conferme in quel di Cittadella, ha riproposto atteggiamento tattico e gran parte degli interpreti. Questa volta ottenendo l’esatto contrario, una brutta prestazione, ma il raggiungimento del risultato.

Un pareggio tutt’altro che esaltante che, però, di questi tempi torna utile, muove la classifica ed interrompe una serie negativa soprattutto in trasferta diventata troppo lunga. Che prendiamo di buono da questa partita? Come detto il punto, ma anche l’essere rientrati a casa senza subire reti, cosa che fino ad oggi lontano dal Granillo non era mai successa. Quanto questo dipenda dalla mediocrità dell’avversario o dalle pietose condizioni del terreno di gioco che hanno impedito ad entrambe le squadre di poter costruire una degna occasione da rete, questo non possiamo saperlo con certezza.

Ci piace pensare che Castori con il trascorrere delle settimane sia riuscito a trasmettere concetti e mentalità, tanto da rendere più corta la squadra nei suoi reparti, meno vulnerabile e più organizzata. E allora se è vero che qualcosina di buono e di nuovo si è intravisto nel settore difensivo, è altrettanto vero che rimangono intatte le lacune dalla cintola in su. Dal 4-4-2 preteso dal tecnico, ci aspettiamo maggiore sviluppo di gioco sulle corsie esterne, dove invece Dall’Oglio e Sbaffo evidenziano difficoltà notevoli, parliamo di due calciatori adattati in quel ruolo ed ancora molto lontani da quelle che sono le esigenze tecnico-tattiche.

Abbiamo aspettato Sbaffo per lungo tempo, decantato prima da Atzori e successivamente da Castori come quel giocatore di grandissima qualità, da collocare dietro le due punte, per mettere a loro disposizione tutte le sue doti. Oggi la sua sistemazione in campo lo tiene spesso fuori dal gioco. La manovra passa così dal duo di centrocampo, ma chiunque si impieghi, De Rose Rigoni o De Rose-Strasser, il risultato cambia di poco. Elementi molto bravi in fase di interdizione, molto meno nella costruzione della manovra, come pretendere che cantino e portino pure la croce. Di Michele terminale offensivo è una buona idea, meno condivisibile che alle sue spalle si piazzi uno come Cocco, in quel ruolo ha fatto vedere cose migliori Gerardi, fermo restando che per quello che ci riguarda, gli attaccanti meglio vederli costantemente nell’area di rigore avversaria.

Chissà se in settimana si lavorerà su tutti questi aspetti, noi giornalisti, ne tantomeno i tifosi potremo saperlo perché, tanto per cambiare, la società ha deciso che ci si allenerà fino alla rifinitura a porte chiuse.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250