Reggina, cinque partite alla fine di un girone d’andata da incubo. Atzori l’uomo giusto per risolvere i problemi? | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Reggina, cinque partite alla fine di un girone d’andata da incubo. Atzori l’uomo giusto per risolvere i problemi?

Inserito da on 3 dicembre 2013 – 15:11No Comment |
Gianluca Atzori durante un'intervista

Gianluca Atzori

Inizia il mese di dicembre, l’ultimo dell’anno, prima della lunga sosta invernale. In questo mese gli amaranto dovranno affrontare ben 5 partite che sanciranno la fine del girone d’andata. Contro Brescia, Siena, Cesena, Avellino e Ternana ci sono in palio ben 15 punti. La Reggina, senza fare calcoli, dovrà cercare di ottenerne il più possibile.

Sulla panchina amaranto torna Gianluca Atzori, il tecnico scelto per l’anno del Centenario, allontanato dopo il 3-0 subito a Modena lo scorso 19 ottobre. Al suo posto il patron Foti aveva scelto l’esperto Fabrizio Castori, il quale però in sei partite ha rimediato ben quattro sconfitte, una vittoria e un pareggio. Troppo poco, e allora il number one amaranto ha deciso di ritornare sui suoi passi. Richiamare Atzori, il quale aveva perfino rescisso il suo contratto con la Reggina, è una chiara ammissione d’errore. Stipulare un nuovo contratto sino al 30 giugno, con rinnovo in caso di salvezza, è un atto che dimostra quanto difficile sarà raggiungere l’obiettivo minimo stagionale: la salvezza.

Mantenere la Serie B è troppo importante e la Reggina non può permettersi ulteriori passi falsi. Atzori ritrova una squadra che ha soltanto 4 punti in più rispetto a quanto lui è andato via. Il tecnico di Collepardo conosce bene il gruppo, ha svolto la preparazione estiva e ci auguriamo che queste sei partite da esterno gli siano servite per osservare meglio quella che da oggi torna ad essere la sua creatura.

Mister Castori lascia una squadra che in questo mese e mezzo ha lavorato molto sotto l’aspetto fisico. Spesso il tecnico marchigiano ha fatto svolgere doppie sedute d’allenamento proprio perché vedeva una squadra carente sotto il punto di vista fisico. La preparazione estiva è molto delicata e se questa si sbaglia poi se ne pagano le conseguenze nel corso della stagione. Adesso la palla ripassa ad Atzori, il quale sino al 19 ottobre, insieme al suo staff, aveva curato l’aspetto fisico e tecnico-tattico di questa squadra. Più che un buon allenatore, in questo momento Atzori dovrà dimostrare di essere un bravo psicologo. Non sarà facile, tuttavia siamo convinti che la Reggina ha le carte in regola per potersi risollevare e centrare la salvezza, la quale, in queste condizioni, vale quanto uno scudetto.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags:

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250