Calciomercato Reggina: Tutto qui? | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Calciomercato Reggina: Tutto qui?

Inserito da on 31 gennaio 2015 – 18:21No Comment |

A poco più di tre giorni dalla chiusura della finestra di mercato, andiamo a riepilogare tutti i movimenti di mercato compiuti dagli amaranto in questa sessione invernale.

Lunedì 5 gennaio, giorno dell’apertura delle “danze”, la società amaranto ha ufficializzato due ritorni eccellenti: Emanuele Belardi, 37 anni, con la maglia amaranto nel biennio ’95-97, poi dal ’98 al 2004 e per una breve parentesi nel 2012, e Bruno Cirillo, anche lui 37 anni, cresciuto nella Reggina e poi a più riprese componente della difesa amaranto a cavallo tra gli anni ’90 e il primo decennio del nuovo secolo, rientrano in Italia dopo essere andati a giocare a calcio in capo al mondo, più precisamente al Pune City, società calcistica indiana allenata da Franco Colomba e fondata sotto l’ala protettrice della Fiorentina.

Pochi giorni dopo arriva la certezza di un altro gradito ritorno in casa Sant’Agata: Salvatore Aronica, attore protagonista del triennio amaranto 2006-2008 e in particolare della meravigliosa salvezza raggiunta con Mazzarri a dispetto della pesante penalizzazione, firma con la Reggina dopo aver rescisso il proprio contratto in essere con il Palermo, in cui non aveva trovato nessuno spazio.

Se in alcune apparizioni fin qui la Reggina ha peccato di esperienza, queste mosse rivelano senza dubbio l’intenzione di Foti di tamponare una rosa deficitaria, tra le altre cose, anche sotto il piano della cattiveria agonistica e dell’esperienza sul terreno di gioco.

Contestualmente a questi necessari arrivi, la società di via delle Industrie si è mossa in uscita liberandosi di alcuni nomi che fin qui si erano rivelati di troppo rispetto alla loro effettiva utilità.

David Aquino, 20 anni, giunto in estate in amaranto anche lui dopo essersi svincolato dal Palermo, ha rescisso il proprio contratto con la Reggina a metà dello scorso mese di dicembre, al termine di un’esperienza abbastanza fallimentare che lo ha visto protagonista di una serie di prestazioni negative nel suo ruolo di esterno difensivo.

Essenzialmente di passaggio anche la permanenza in amaranto di Tom Syku, 19 anni, che, dopo essere giunto in riva allo Stretto in prestito dall’affidabile vivaio dell’Udinese, è ritornato da dove era venuto senza lasciare nessuna traccia permanente nella memoria e nel cuore dei tifosi del Granillo.

L’ultima trattativa fin qui portata a termine dalla Reggina è quella che riguarda Federico Caruso, anch’egli 19enne, che si è accasato in prestito al Rende dopo cinque anni all’interno del settore giovanile amaranto e qualche sporadica apparizione nella scorsa stagione in serie B.
Resta da capire quale sarà il destino dei giocatori messi “fuori rosa” (Rizzo, Dall’Oglio, Maita, Di Michele, Crescenzi), i quali sono ancora in attesa di scoprire quale sarà il loro destino, se un imminente cambio di maglia o altri mesi vissuti da separati in casa.

Certo è che la squadra di mister Alberti necessita di qualche altro innesto se vuole lottare fino alla fine per raggiungere la salvezza, che oggi appare come un mezzo miracolo. Per questo la società sta continuando a muoversi sul mercato: dopo aver preso lo sloveno Zibert (un altro “sbarbatello” del 1992), sono in arrivo gli altrettanto giovani Ramos dal Catania e Selvatico dalla Correggese.

Quello che noi, parlando forse a nome di una larga fascia di tifosi, ci domandiamo è: presidente Foti, tutto qui? Dove sono i giocatori di categoria e d’esperienza che servirebbero a questa squadra (dalla cintola in su), a fronte di questo manipolo di giovanotti con cui lei ha riempito la rosa amaranto? Dov’è un giocatore che si piazzi in mezzo al campo, faccia girare il pallone, dia ordine alla manovra e qualche idea ad un attacco paurosamente sterile da campionato dilettanti?

Sembrava che avessimo iniziato col piede giusto, richiamando alle armi alcune vecchie glorie amaranto che con il loro cuore avrebbero potuto migliorare le sorti e l’autostima di questo fragile gruppo: lo apprezziamo, presidente, ma avremmo desiderato altrettanta attenzione verso un centrocampo ed un attacco sinceramente bisognosi di rinforzi, viste anche alcune pesanti “epurazioni” portate avanti in casa Sant’Agata in questi mesi. Cosa attenderci da questi ultimi giorni di mercato? E, soprattutto, cosa attenderci da questi ultimi mesi di campionato? La strada intrapresa verso la salvezza è lunga e piena di ostacoli, e ci prepariamo ad affrontarne l’ultimo tratto con la sgradevole sensazione di vuoto causata proprio dall’enorme voragine tecnica chiaramente visibile all’interno della formazione amaranto.

Che qualcuno lassù ci aiuti, se le prossime ore non dovessero contraddire ciò che abbiamo scritto finora.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250