Reggina: Tra penalizzazioni e deferimenti, giocare diventa impossibile | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » L'Editoriale

Reggina: Tra penalizzazioni e deferimenti, giocare diventa impossibile

Inserito da on 28 marzo 2015 – 13:01No Comment |

Doccia fredda in casa amaranto. È davvero difficile parlare di calcio giocato.

Per la Reggina arrivano in una sola giornata ben 3 punti di penalizzazione e quattro deferimenti per irregolarità nel pagamento degli stipendi e dei contributi Irpef e Inps. Il presidente Foti rivendica la correttezza del proprio operato, ma certamente sarà difficile farsi restituire i punti di penalizzazione comminati alla squadra.

Il procuratore federale, infatti, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C. ha deferito al tribunale federale il presidente della Reggina, Lillo Foti, e la società stessa per responsabilità diretta.

I deferimenti contestati alla Reggina sono quattro:

– Il primo riguarda i periodi di luglio e agosto 2014, ed è riferito alla mancata documentazione agli organi federali competenti dell’avvenuto pagamento degli degli emolumenti e delle ritenute Irpef ai propri tesserati. La Reggina è deferita per responsabilità diretta.

– Il secondo deferimento, avente ad oggetto la stessa mancata documentazione, si riferisce hai già citati periodi di luglio e agosto a cui si aggiungono settembre e ottobre dello scorso anno. Anche in questo caso la Reggina è deferita per responsabilità diretta.

– Il terzo deferimento, avente lo stesso oggetto, si riferisce ai periodi già citati ai quali vanno aggiunti i mesi di novembre e dicembre 2014. Anche in questo caso la mancata comunicazione dei pagamenti degli stipendi e delle relative ritenute Irpef viene contestata al presidente Foti e la società viene deferita a titolo di responsabilità diretta.

– Il quarto e ultimo deferimento contestato alla Reggina fa riferimento al periodo settembre-dicembre 2014, in riferimento al pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli stipendi dei propri tesserati. Anche questo caso la Reggina è stata deferita per responsabilità diretta.

La società amaranto, per deferimenti simili è riuscita in passato a dimostrare la correttezza “legale” del proprio operato. Qualche mese fa alla Reggina sono stati restituiti 4 punti di penalizzazione per  mancati pagamenti che si riferivano però all’incentivo all’esodo dovuto ai calciatori che avevano rescisso il contratto in essere con la società. La Reggina oggi afferma che le contestazioni mosse dalla Procura Federale sono riferite ancora a questo tipo di debito che nulla ha a che vedere, a detta della società, con gli stipendi dei tesserati e con i relativi contributi. La Reggina rischia oggi di vedersi comminare ulteriori 8 punti di penalizzazione in classifica, uno per ogni violazione che raddoppia in caso di recidiva.

È chiaro che la Reggina non ha pagato tutto quanto dovuto, ci riferiamo ai contributi irpef, secondo i tempi e modi prescritti dalle norme federali, e anzi, abbia tentato di far valere le proprie ragioni in sede di udienza dinanzi al Tribunale Federale, sostenendo di aver chiesto una dilazione dei pagamenti all’Agenzia delle Entrate.

È notizia di ieri sera, inoltre, che la Corte Federale di Appello ha accolto il ricorso del Procuratore Federale, infliggendo alla Reggina l’ulteriore penalizzazione di 2 punti in classifica per la presentazione in ritardo della documentazione relativa all’iscrizione al campionato in corso. La Reggina è al momento ultima in classifica a 22 punti. A -3 dal playout e a -10 dal Melfi.

In mezzo a tutto questo, i calciatori devono trovare gli stimoli per scendere in campo ed evitare una figuraccia nel campo della Salernitana. La vediamo dura.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250