Francesco Acerbi: “Tornerò grintoso e sorridente come non mai” | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Notizie

Francesco Acerbi: “Tornerò grintoso e sorridente come non mai”

Inserito da on 22 luglio 2013 – 10:11No Comment |
Francesco Acerbi

Francesco Acerbi

Francesco Acerbi si racconta dopo l’intervento dei giorni scorsi per la rimozione di un testicolo.

Il calciatore del Sassuolo, è stato operato con urgenza dopo che alle visite mediche è stata scoperta una formazione tumorale all’apparato uro-genitale.

La decisione di rendere pubblica la sua vicenda, dice il giocatore ai microfoni della Gazzetta dello Sport, è dovuta al voler sensibilizzare i giovani a fare maggior prevenzione.

“Ho deciso di rendere pubblica questa vicenda per far capire ai giovani che i controlli vanno fatti, ancora meglio se più volte durante l’anno. Io sono stato fortunato a scovarlo in fase embrionale”.

Nessun alibi per l’ultima stagione non buona dal punto di vista delle prestazioni sul campo.

Se ciò mi ha limitato nell’ultima stagione? No, non cerco alibi. So solo che appena tornerò in campo vedrete un Acerbi col sorriso, ma grintoso come non mai.”

Acerbi, racconta anche i propri timori, soprattutto nella fase pre-operatoria.

“Per fortuna ho reagito bene. Al rientro ho subito chiamato Valeria, la mia fidanzata, e il mio agente Andrea Cattoli. Ho affidato a loro i miei timori e l’indomani mi hanno seguito a Milano per l’ecografia decisiva al San Raffaele. In quei momenti la loro vicinanza è stata fondamentale. Grazie all’intervento del presidente Squinzi tutto è stato organizzato in tempi brevissimi: mercoledì intorno a mezzogiorno sono stato operato e in 36 ore sono stato dimesso. Quando varchi la soglia dell’ospedale ti rendi conto a cosa stai andando incontro. Le premure dei medici non mascherano le sofferenze di chi ti è intorno e le paure si ingigantiscono. L’asportazione di un testicolo comporta non pochi dolori nella fase post-operatoria: non è una passeggiata. Adesso i dolori cominciano a passare. Riesco a camminare bene e sono venuto in Romagna per distrarmi in compagnia di Valeria. Soprattutto a cose fatte ho avvisato mamma Silvia: dopo la perdita di mio padre nel marzo 2012, non volevo darle nuove preoccupazioni prima dell’intervento. Ora va meglio per tutti”.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250