Scommesse: i pronostici azzeccati la scorsa settimana | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Notizie

Scommesse: i pronostici azzeccati la scorsa settimana

Inserito da on 17 dicembre 2014 – 00:26No Comment |

La quindicesima giornata del campionato di serie A si svolge nella ormai consolidata politica adottata dalla Lega e dalle tv nei confronti del calcio italiano: non più di tre partite in contemporanea, match a tutti gli orari del mattino, del pomeriggio e della sera, divisi in tre giorni e spostati avanti e indietro per le più disparate scuse.

Il sabato pomeriggio si apre con ancora in campo il Sassuolo, questa volta di scena al Barbera di Palermo. I neroverdi, rimasti in inferiorità numerica nel corso della partita, non riescono a recuperare lo svantaggio perdendo di misura ma non senza lottare. La sera è riservata al monologo Lazio: con una doppietta del ritrovato Mauri e il sigillo del sempre presente Lulic, i biancocelesti rispediscono a casa l’Atalanta senza nulla tra le mani. Da evidenziare un’altra prova particolarmente negativa di German Denis, quest’anno l’emblema della crisi realizzativa che sta colpendo la squadra di Colantuono.

La partita dell’ora di pranzo di domenica è Juventus-Sampdoria: anche quest’anno i blucerchiati riescono a fermare la squadra di Allegri a domicilio, sfiorando perfino la vittoria dopo che nel primo tempo non avevano nemmeno visto la palla. Al gol di Evra su calcio d’angolo risponde l’ennesimo tiro a giro di Gabbiadini, in evidenza Gigi Buffon che con un paio di parate spettacolari salva il risultato.

All’orario (sempre meno) canonico delle quindici vanno in scena Genoa-Roma, Udinese-Verona e Parma-Cagliari. Al Tardini le due compagini in crisi si annullano a vicenda, ma resta grande rammarico per i sardi, un paio di volte vicini ad un vantaggio che sarebbe risultato letale; il Verona ritorna alla  vittoria in rimonta contro la squadra di Stramaccioni, che non riesce a dare continuità all’ottimo risultato di San Siro; a Marassi, la Roma passa non senza polemiche e non senza nervosismo contro l’avversaria più rognosa del campionato, e solo grazie ad una prodezza balistica dell’ormai pilastro Nainggolan.

Il nuovo mister Di Carlo prova a guidare il Cesena fuori dalla zona retrocessione nel match della 18 che vede i romagnoli affrontare la Fiorentina, ma i padroni di casa, troppo distratti, non riescono ad arginare i viola sulle palle da fermo e in fase di ripartenza e segnano il gol della bandiera solo su un generosissimo regalo del portiere gigliato Neto.

Il tradizionale posticipo della domenica sera vede affrontarsi Milan e Napoli, in una partita che mette in palio ben più dei tre punti che vale. I rossoneri, macinando gioco e affidandosi agli spunti dei loro fuoriclasse (il francese Menez su tutti) riescono a passare per due reti a zero, accentuando la crisi in cui sembrano scivolati i partenopei che ormai non vincono da quattro partite.

Ma non è ancora finita: lo spezzatino televisivo ci regala un’ulteriore appendice calcistica, collocata nel tardo pomeriggio e nella serata di lunedì. Alle 19 il Torino va ad Empoli accontentandosi mestamente di un punto, senza provare mai a rendersi pericoloso al pari, del resto, dei padroni di casa toscani.

Dopo cena l’Inter va al Bentegodi per scacciare i fantasmi, e per una volta ci riesce. Funziona tutto per i nerazzurri: i centrali si muovono correttamente neutralizzando gli sporadici attacchi della formazione clivense, i terzini salgono portandosi spesso al tiro o al cross, i mediani fanno tanta legna a centrocampo scaricando il pallone sui membri più tecnici della squadra (in gol anche Mateo Kovacic), le punte si scambiano andando più volte al tiro e giocando di sponde per gli inserimenti dei compagni. Insomma, come direbbe il buon Pizzul, tutto molto bello. Ma aspettiamo almeno l’esame più probante di domenica, contro la Lazio, prima di ritirare le obiezioni che avevamo sollevato nelle ultime settimane dopo il cambio di panchina in casa interista.

 

In chiusura, ecco a voi il resoconto dei pronostici che in questo week-end di campionato ci hanno portato a vincere qualche soldo, oltre ad averci regalato la soddisfazione di avere azzeccato la lettura e l’esito delle partite in questione:

Pronostici “secchi”: Lazio-Atalanta 1 (3-0), Juventus-Sampdoria X2 (1-1)

Scommesse sui gol: Juventus-Sampdoria GOL, Chievo-Inter Under 2.5 (0-2)

Marcatori: Di Natale (Udinese-Verona)

RISULTATI ESATTI: Juventus-Sampdoria 1-1

Buona settimana a tutti, alla prossima!

 

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250