La Rugby Reggio suona la carica | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Notizie

La Rugby Reggio suona la carica

Inserito da on 4 aprile 2016 – 00:04No Comment |

Stadio San Cristoforo di Reggio Calabria, domenica 3 aprile 2016, scendono in campo la Rugby Reggio e il Cus Catania. Cielo limpido, il caldo primaverile è attenuato da un leggero vento, già dalle fasi di riscaldamento si capisce che oggi si farà sul serio, serve battere il Cus Catania.

La partita inizia con qualche minuto di ritardo, gli arbitri fanno attendere i giocatori sul terreno di gioco, si guardano, si studiano e fremono perché inizi la partita, quei pochi minuti sembrano non passare mai. Dopo un po’ vediamo le tre maglie gialle fare il loro ingresso sul terreno di gioco, il capitano Imbalzano sceglie di attaccare verso sinistra.

Finalmente s’inizia. Dopo soli tre minuti Cafaro va in meta e porta in vantaggio il Cus Catania, risponde la Rugby Reggio con la meta di Salayman che viene trasformata da Mitchell, siamo sul 7 a 5. Al 14° l’arbitro assegna un calcio piazzato e la Rugby Reggio trasforma con il solito Mitchell e si va sul 10 a 5. Al 28° viene data una mischia al limite dei 22 metri, il Cus Catania parte come un treno, la loro spinta è irrefrenabile, arrivano in meta con Agosta, Re la trasforma e il Cus passa in vantaggio 10 a 12. Dopo appena 2 minuti l’arbitro assegna un calcio piazzato alla Rugby Reggio, Mitchell guadagna ancora i 3 punti e riporta la sua squadra in vantaggio 13 a 12. Ma il Catania non fa attendere la propria risposta, e va in meta con Valenti vicino ai pali, la trasformazione per Re è a dir poco facile, realizza e andiamo sul 13 a 19, il primo tempo si chiude a favore del Cus Catania.

Nell’intervallo l’allenatore Shaun Huygen da una strigliata ai suoi e smuove le coscienze: se avete paura di farvi male su questo campo, state a casa, non venite, altrimenti fatemi vedere di che pasta siete fatti. Il secondo tempo inizia con un’altra musica, al 4° Mitchell centra i pali con un calcio piazzato e porta i suoi sul 16 a 19, al 15° si ripete e centrando nuovamente i pali si va sul 19 a 19. Dopo appena 5 minuti, siamo al 20°, Filardo affonda nella difesa del Cus come una punta rovente nel burro e va in meta, Mitchell non riesce a trasformare ma si va sul 24 a 19. Il secondo tempo è tutta un’altra cosa. La Rugby Reggio è più convinta, i giocatori del Cus per darsi coraggio gridano: forza ragazzi, hanno paura di noi, ce la possiamo fare … per tutta risposta al 30° Cervasio va in meta e porta la Rugby Reggio sul 29 a 19. Ora sono dieci i punti di vantaggio e mancano 10 minuti alla fine della gara. Al 37° Salayman, dopo diverse palle non prese, decide di chiudere il match, prende palla a centrocampo e punta la linea di meta, fa fuori uno due tre avversari e se ne va da solo, entrato nell’area di meta si tuffa e da alla sua squadra altri cinque punti, andiamo sul 34 a 19, mancano solo pochi minuti, il Cus tenta l’ultimo attacco ma resta vano, la difesa della Rugby Reggio tiene bene e manda a casa il Cus Catania con quindici punti di vantaggio.

L’arbitro fischia la fine, tutti a centro campo per il terzo tempo che vede i leali giocatori del Cus fare corridoio per dare la mano ai ragazzi della Rugby Reggio che contraccambiano. Rimasti soli sul terreno di gioco al grido Serie B, Serie B festegiano anche il compleanno di Mitchell lasciandolo quasi nudo, per la gioia delle ragazze in tribuna. Un altro passo è stato fatto, il giusto premio, per chi ci mette sudore, impegno e passione. Forza Ragazzi!!!

TABELLINO:

Rugby Reggio – Cus Catania 34 – 19 (mete 4-3/punti 5-0)

Reggio Calabria
Khaoua (Scappatura), Imbalzano, Pedà, Maesano (Sorbara), Stilo (Masuero), Confido, Cervasio (Quattrone), Blandino, Ripepi (Filardo), Cangemi, Gallipoli (Gattuso), Autelitano, Mitchell, Salayman, Cutrupi.
A disposizione: Cannavò.

Cus Catania
Mammana, Russo Gia., D’Arrigo, Valenti, Agosta, Bonaccorso (Liotta), Cafaro (Pagano), Russo Giu., Leonardi, Di Mauro, Serra, Mangione, Re, Stracquadanio, Gualtieri (Crocellà).
A disposizione: Scavone, Santoro, Irato.

Arbitro: Gargiulo (Torre del Greco)
Gdl: Pellicanò (Reggio Calabria), Di Pietro (Messina)

Primo tempo
3′ meta Cafaro 0-5
5′ meta Salayman, trasf Mitchell 7-5
14′ cp Mitchell 10-5
28′ meta Agosta, trasf Re 10-12
30′ cp Mitchell 13-12
32′ meta Valenti, trasf Re 13-19

Secondo tempo
4′ cp Mitchell 16-19
15′ cp Mitchell 19-19
16′ cart giallo Mangione (Cus)
20′ meta Filardo 24-19
30′ meta Cervasio 29-19
37′ meta Salayman 34-19

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250