Reggina, Foti: “Atzori ha raffreddato l’entusiasmo iniziale”

Lillo Foti questa mattina al S. Agata
Lillo Foti al S. Agata

Nel corso dell’allenamento di oggi pomeriggio, una delegazione del tifo più caldo della curva sud, ha chiesto e ottenuto un incontro con il presidente Foti.

Durante il colloquio, i tifosi hanno chiesto il massimo impegno al presidente riguardo l’impegno che i giocatori dovranno mettere in campo per onorare la maglia.

Il presidente si anche detto fiducioso riguardo le proprie sensazioni circa le possibilità dell’organico e dell’impegno che verrà messo in campo, che dovrebbe portare, secondo il massimo dirigente di via delle industrie, al conseguimento dei risultati che tutti, tifosi, società e stampa si aspettano.

Durante l’incontro, il presidente  ha anche difeso, ovviamente, il proprio operato: “A soffrire ci siamo sia io che voi. Non è un problema se i giocatori li scelgo io o Giacchetta, di certo le valutazioni non vengono fatte per prendere elementi che non ci servono. Le guerre non servono a niente – dice il presidente nelle dichiarazioni raccolte da Strill.it – statemi vicino. Per venire fuori dalle difficoltà bisogna essere compatti. Per il bene della Reggina non ho paura di nessuno”.

Poi il presidente conclude: “Ho parlato con i calciatori, uno ad uno. Li ho messi davanti alle loro responsabilità, qui serve un gruppo vero”.

A conclusione dell’incontro, il presidente ha anche aggiunto che le dichiarazioni di Atzori, dopo la partita pareggiata a Lanciano, hanno contribuito a far spegnere l’entusiasmo che si era creato intorno al progetto che la Reggina aveva messo in piedi per il centenario.