Reggina, Foti: “Nessun cambio in panchina.”

Il presidente Foti
Il presidente Foti

Il patron amaranto Lillo Foti, parla dopo la brutta battuta d’arresto di Empoli, venuta non certamente inaspettata, ma molto bruciante per come è arrivata.

Tra gli errori che il presidente si rimprovera, vi è certamente quello “Di non essermi messo da parte. Però vorrei trovare la persona che si occupi di questa società, e non è una cosa semplice”.

Alcuni stralci dell’intervista a Foti di Lorenzo Vitto per Reggio Nel Pallone.

Foti parla del proprio rapporto con Gagliardi e della propria gestione della società: “Gagliardi è parte integrante della società e ci rimarrà sino alla fine, insieme a quelli che ancora hanno un minimo d’amore verso questo club, i quali hanno l’obbligo ed il dovere di stringersi e cercare di portare la Reggina all’obiettivo salvezza. I calciatori per primi, devono dare dignità al lavoro che svolgono, altrimenti creiamo alibi a tutti”.

Parlando poi della situazione stipendi e di una eventuale penalizzazione prospettata da alcune voci non verificate: “A me non risultano deferimenti, poi vediamo. Se sussiste questo rischio? Il pericolo deferimento persiste da tutte le parti. A me non è arrivata nessuna comunicazione. Sa a cosa penso in questo istante? Alla partita di martedì col Modena”.

Il presidente, sollecitato, affronta poi l’argomento di un eventuale ritorno in panchina di Fabrizio Castori, ancora sotto contratto. “Non c’è nessun richiamo. Siamo questi, se riusciamo bene altrimenti vuol dire che non siamo stati capaci”.