Foti: “La Reggina? La cederei domani stesso”

Parla il Presidente Foti, al termine di una settimana difficile, che costa alla Reggina il pareggio casalingo contro l’ultima in classifica, e un nuovo deferimento per ritardati pagamenti.

I deferimenti erano attesi dalla società, ovviamente consapevole delle proprie mancanze: “Erano attesi, – confida Foti alla Gazzetta dello Sport – ma l’impegno primario è quello di tenere in piedi l’azienda. Agli altri non importa nulla, facile criticare dall’esterno in maniera gratuita. La Reggina la cederei domani stesso. Io sono una persona corretta, portare i libri in tribunale significa dichiarare fallimento e questo non sarebbe dignitoso e neppure corretto. E’ il passo più semplice, nessuno pagherebbe i debiti, ma sarebbe come lavarsene le mani. Gli errori? Ho sempre ammesso quelli fatti, ma io dal 1991 lavoro solo, ho conquistato con coraggio e competenza i risultati a tutti noti”.