Reggina, la situazione critica divide anche la tifoseria storica | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Reggina

Reggina, la situazione critica divide anche la tifoseria storica

Inserito da on 11 marzo 2015 – 02:13No Comment |

Di Franco Cleopadre – Lo zoccolo duro amaranto spera nel colpo di coda del Leone Ferito.

IERI ILLUSIONI, OGGI DELUSIONI – Abbiamo creduto in tanti, che la nuova Reggina targata Alberti e ABC (Aronica, Belardi e Cirillo), fosse la squadra giusta per farci emergere dal pantano nel quale eravamo sprofondati nel 2014. Purtroppo, il colpo d’ali iniziale, (vittorie con Martina Franca, Lecce, e pareggi con Casertana, Paganese, Barletta e Juve Stabia) non è stato sufficiente a farci superare le difficoltà che sono riemerse dopo la sconfitta di Cosenza.

UN PASSO INDIETRO – Basta pensare che l’ 8 febbraio, giorno dell’incontro con il Barletta, avevamo 19 punti, con il 19° posto in classifica, e l’Aversa Normanna, ultima in classifica ne aveva 12. A distanza di un mese la stessa squadra occupa il 17° posto con 24 punti, ad un punto dalla salvezza diretta e la Reggina pur avendo avuto restituiti 3 dei 4 punti di penalizzazione che le erano stati inflitti, deve recuperare 4 punti sulla penultima in classifica, ovvero il Savoia, per sperare nei play out…altro che salvezza diretta per come anche noi avevamo ipotizzato.

I DIZIONARI NON CI AIUTANO – Abbiamo sfogliato i dizionari italiani Zingarelli, Garzanti, ed anche il Tommaseo dei sinonimi e contrari, per trovare qualche parola di conforto per quelli che come noi, stanno soffrendo maledettamente questo calvario della squadra amaranto e non siamo riusciti a trovare i termini giusti per questa fase involutiva. Il momento per i colori amaranto è estremamente difficile.

L’ARBITRAGGIO DEL SIG. ANDREA MEI DI PESARO – La ricerca ci ha fatto concludere che ad Aprilia, l’arbitraggio del Sig. Andrea Mei di Pesaro è stato falsato da due rigori non concessi alla Reggina di cui uno con espulsione del portiere avversario, per atterramento di Viola in area e un goal regolare annullato ad Insigne e che se Di Lorenzo fosse stato più maturo, non avrebbe giocherellato in fase di rimessa da ultimo uomo nei minuti di recupero del primo tempo, al punto da perdere la palla e subire la rete. Ma il Sig. Mei non è nuovo ad errori e topiche, come ad esempio quanto riportato sul sito tifolucchese.com del 15 settembre 2014 in occasione della partita Lucchese-Savona che si conclude così: “La sua prestazione è stata nettamente insufficiente, voto 5″. O quanto pubblicato da Tutto Lega Pro in data 19. 10. 2014 a firma di Nicolò Schira: “Il Lumezzane ricusa l’arbitro Mei: “Ha condizionato la gara contro il Bassano”. L’esordiente arbitro Andrea Mei con una decisione scellerata, l’espulsione di Pini al 22′ del primo tempo, e con ben undici cartellini gialli ha condizionato la gara contro la capolista Bassano. Non aggiungiamo altri commenti, le immagini parlano da sole…”.

Contro la Reggina, ha dato la sensazione di PILOTARE l’incontro, forti del principio latino ERRARE HUMANUM EST, PERSEVERARE DIABOLICUM. Ferme restando le difficoltà della Reggina ad andare in rete, come sarebbe finita la partita se il Sig. Mei avesse concesso uno dei due sacrosanti calci di rigore e l’espulsione del portiere della Lupa Roma?

SCAMBI SU FACEBOOK – Intanto i tifosi amaranto sono amareggiati e dalle Alpi a Reggio Cal, su Facebook si rincorrono i messaggi: Ci sembrano densi di calore quelli scambiati tra un amico reggino residente al nord, l ’amico Franco Caccamo, residente a Trieste, l’amico giornalista Gianni Citra e il sottoscritto:

Amico reggino residente al nord: francesco ( Caccamo ) ormai tu capisci solo Juve.
– Francesco Caccamo: no, capisco troppo questo è il difetto. La Juve è un bel giocattolo, ma la Reggina è il CUORE e non faccio baratti né con la Juve, né con nessun altro.
– Franco Cleopadre: Bravissimo, Francesco. Da Reggino come te, e fiducioso di interpretare il pensiero di tanti altri Reggini, attaccati alla maglia amaranto, non solo in caso di vittoria, ma anche nei momenti bui, come l’attuale, ti conferisco “honoris causa” il Nobel o se preferisci l’ Oscar, della fedeltà alle tue radici.
– Gianni Citra: Francesco Caccamo tifa Juventus ed io lo accetto perché so che anche da lontano il suo cuore è calabrese, ma la sua città, Trieste è bellissima, rimane sempre Reggio ed il suo colore amaranto.
– Amico reggino residente al nord: ragazzi state equivocando io sono il super attaccato alla mia città ed alla mia squadra di calcio ma farmi prendere per il culo no! Non si tratta di tifare ma consentire che qualcuno porti tutto allo sfascio è diverso.
– Franco Cleopadre: Forse non ti rendi conto, ma anche tu sei incamminato verso la strada dello sfascio. Il marinaio si vede quando tende a raddrizzare il timone mentre sullo stretto soffia lo scirocco, non quando balla a San Siro.
– Amico reggino residente al nord: NON SO PROF COME Spiegarmi. Io tifo per la Reggina in terza categoria ma non con al timone uno che mi prende per il culo. Sono riuscito?

LO ZOCCOLO DURO AMARANTO – È evidente attraverso queste battute tra amici la diversità delle posizioni dove c’è chi ancora spera nella salvezza e chi vede la nave alla deriva imputando lo sfascio all’attuale dirigenza. Ma il tifoso, lo zoccolo duro amaranto, spera sempre nel colpo di coda del leone ferito capace di elemosinare un minimo di dignità prima di morire. Ciò che domani, contro la Vigor Lamezia chiediamo ai ragazzi è cattiveria agonistica, intensità, fiducia, capacità di chiudere la partita. Non vogliamo nostalgia in campo, ma energia. Entrate in campo con la testa e il morale giusto. Non vi chiediamo di andare subito a 100 all’ora, ma non fateci stare in bilico fino all’ultimo. Sappiate che se riuscirete a incanalare la partita nel verso giusto gli applausi saranno tutti per voi.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250