Il commento di Franco Cleopadre alla nuova penalizzazione per la Reggina | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Reggina

Il commento di Franco Cleopadre alla nuova penalizzazione per la Reggina

Inserito da on 16 aprile 2015 – 12:34No Comment |

Di Franco Cleopadre – Quello che si attendeva si è concretato. Palazzi ha colpito ancora.

Il Tribunale Federale sez. disciplinare Presieduto dall’ Avv. Salvatore Lo Giudice,ovvero il primo grado della giustizia sportiva,ha accolto come aveva fatto a Ottobre, la tesi di Palazzi nel comminare alla Reggina, 12 punti di penalizzazione con questo dispositivo:

“Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, applica al Sig. Pasquale Foti, Presidente del C.d.A. e legale rappresentante pro tempore della Reggina Calcio Spa la sanzione della inibizione per mesi 13 (tredici); alla Reggina Calcio Spa, a titolo di responsabilità diretta ai sensi dell’articolo 4, comma 1, del CGS la sanzione della penalizzazione di punti 12 (dodici) in classifica da scontarsi nella stagione sportiva in corso, nonché l’ammenda di € 20.000,00 (€ ventimila/00)”.

Piove quindi sul bagnato e come se non bastasse la penalizzazione anche l’ammenda di € 20.000,00.

I tifosi abbiamo ravvisato nel comportamento di Palazzi alcune INGIUSTIZIE per cui abbiamo deciso di denunciare il suddetto magistrato per abuso d’ufficio. Chi volesse firmare e leggere la denunzia, deve operare cosi : 1) Aprire il sito Firmiamo.it, 2) Accanto la bandiera italiana c’è una linguetta sulla quale sostituiamo lo scritto: cerca tra le petizioni con “Difendiamo la Reggina e Reggio, Denunciamo Stefano Palazzi; 3) Inseriamo le generalità di rito e clicchiamo dove dice FIRMA.

ECCO ALCUNI PASSAGGI DELLA DENUNCIA: “…La Reggina, è bene precisarlo, sta pagando regolarmente gli stipendi dei propri calciatori e dipendenti. La Reggina sta garantendo l’ordinaria amministrazione, la manutenzione e la gestione dello stadio Granillo, addirittura la settimana prima di Pasqua il CdA del club ha approvato il bilancio del secondo semestre del 2014 con un attivo di oltre 230 mila euro… Sia chiaro, che Foti di errori ne abbia fatti nella gestione del club, e che la Reggina viva un momento di grande difficoltà da tutti i punti di vista, non è in discussione: è una realtà acclarata. Ma non può giustificare o consentire ai padroni del palazzo di prendersi gioco di una realtà che rappresenta una delle dieci Città Metropolitane d’Italia, una delle realtà più importanti del Sud, una città di 200.000 abitanti che negli ultimi due decenni ha dato grande lustro al calcio italiano…”

Vorrebbero capire (n.d.r. i firmatari) perché il punto di penalizzazione per il ritardo nella presentazione della fideiussione dello scorso luglio, per la Reggina è arrivato il 17 febbraio e per l’Ischia, diretta concorrente degli amaranto, è arrivato soltanto il 9 aprile, dopo quasi due mesi. Parliamo della stessa identica irregolarità. Stesso peso, due misure.

Vorrebbero capire perché il punto di penalizzazione per non aver pagato le ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti delle mensilità di settembre e ottobre 2014, alla Reggina è arrivato il 27 marzo mentre per il Savoia, altra diretta concorrente degli amaranto, è arrivato il 9 aprile, dopo due settimane. Parliamo della stessa identica irregolarità. Stesso peso, due misure. I tifosi lo reputano un modo di “falsare il campionato” … e noi aggiungiamo che si potrebbe configurare anche il reato di interessi privati in atti di ufficio, visto che a beneficiarne della doppia giustizia di Palazzi, sono due squadre della provincia di Napoli dove lui è nato.

Ma ciò che fa rabbia è la disparità di trattamento che il suddetto personaggio utilizza nei confronti di situazioni anche peggiori. Senza volere infierire sugli amici di Barletta, Torre Annunziata, (Savoia – prossima avversaria della reggina) o Parma, ecco alcuni passi tratti dal sito Barletta Sport e dall’ANSA CAMPANIA: “I tifosi del Barletta si sono ormai abituati ad attendere, con una certa ansia, il giorno 16 di quasi ogni mese. Anche per aprile la situazione non cambia, anzi sembra riportare in auge gli spettri delle precedenti occasioni. Tra due giorni, scadrà il termine per saldare gli stipendi di febbraio. Da via Vittorio Veneto, però, non sembrano giungere novità particolarmente positive in tal senso”.

E’ noto che la vendita del Barletta Calcio, in mancanza di acquirenti, è stata affidata ad un Capo Ultras che se entro giugno non dovesse venderla, squadra e Società, scompaiono.

Sul sito dell’ANSA CAMPANIA leggiamo in merito al Savoia : ANSA) – NAPOLI, 15 APR – Al posto delle classiche strisce bianche del terreno di gioco quelle blu della sosta a pagamento. Il cemento invece dell’erba: hanno scelto di allenarsi in strada, i giocatori del Savoia (Lega Pro girone C) per manifestare il proprio dissenso contro la crisi in cui è caduta la società la quale, da tempo, non paga lo stipendio ai suoi tesserati. Teatro della protesta è stata l’area parcheggio a ridosso dello stadio Giraud di Torre Annunziata dove il Savoia disputa le gare casalinghe.

Sul sito www.il post.it, in data 18 Febbraio 2015 in merito al Parma si legge : Manenti è il terzo proprietario in tre mesi per il Parma, che ha una complicatissima situazione finanziaria: entro il 16 febbraio, la società dovrà trovare circa 15 milioni di euro per pagare IRPEF e IVA arretrate, oltre che gli stipendi dei giocatori e dei dipendenti che non ricevono nulla da sette mesi e che hanno minacciato di mettere in mora la società nel caso non verranno pagati. In tutto, secondo Tuttosport, il Parma ha circa 50 milioni di debiti (ma circolano stime più alte).
Come si vede ,non solo la Reggina è in difficoltà ,anche altre Società non navigano nell’oro, ma perché solo con la Reggina il pugno duro ? Disse bene F. Crispi “Per i nemici le leggi si applicano, per gli amici si interpretano”.

Perché per queste società il Sig. Palazzi ha attuato disparità di trattamento riservandosi la parte dello smemorato di Collegno ?

Reggio,i Reggini e la Reggina, hanno piena fiducia nel secondo grado della Giustizia Sportiva, LA CORTE FEDERALE A SEZIONI UNITE (assimilabile alla Corte Suprema di Cassazione) quella che a febbraio, per lo stesso problema, ha accolto il ricorso della Reggina restituendole i 4 punti. E’ quindi molto importante per la Reggina, anche in vista dei futuri play out, che non perda, anzi guadagni terreno nei confronti dei probabili competitors .

SPERIAMO CHE SOCIETA’, COMUNICAZIONE E TIFO, ALIMENTINO IL VALORE STRATEGICO DELLA SPINTA EMOTIVA CHE POTREBBE ARRIVARE ALLA SQUADRA DA UNA FOLTA CORNICE DI PUBBLICO NEL PROSSIMO INCONTRO CON IL SAVOIA. DALLA SOCIETA’ CI ATTENDIAMO PREZZI D’INGRESSO SUPER POPOLARI, SE NON INGRESSO GRATUITO ALLE DONNE E AD ALCUNE SCUOLE DELLA PROVINCIA.

Ci sorprende in questa fase il silenzio della politica, anzi da qualche parte ieri abbiamo sentito un’ intervista che ci è sembrato prendesse il largo nei confronti dell’attuale gestione.

I tifosi attendono di sentire anche la voce dei loro rappresentanti nelle istituzioni. Non bussano a denari, sapendo già che le casse sono vuote, ma una loro presa di posizione potrebbe costituire un sostegno morale contro le ingiustizie di Palazzi. Oliverio, Raffa, Falcomatà, e gli altri eletti con i voti dei Reggini a più livelli, dove siete? Che fate dormite e avete messo la sveglia per la prossima campagna elettorale? Se ora abbandonate lo sport reggino, nicchiate o scegliete la parte delle cellule dormienti, ricordate che il popolo non dimenticherà le vostre scelte di campo.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags:

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250