L’attuale e decisivo momento della Reggina con lo spettro del fallimento | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Reggina

L’attuale e decisivo momento della Reggina con lo spettro del fallimento

Inserito da on 24 aprile 2015 – 18:34No Comment |

Di Franco Cleopadre – Ad oggi la Reggina è impegnata su 7 fronti.

FRONTE GIUDIZIARIO: È attesa la sentenza che il Giudice Campagna emetterà, mercoledì 6 Maggio, quando verrà presa in esame l’istanza di fallimento presentata dalla Banca UNICREDIT , l’Istituto che vanta a tutt’oggi, come avevamo anticipato due giorni fa, un credito di poco inferiore al milione di euro… (la banca ha presentato l’istanza di fallimento, assieme alla revoca dell’accordo per la ristrutturazione del debito concordato tra le parti e approvato dal tribunale nel decorso mese di giugno)

FRONTE AGENZIA DELLE ENTRATE: L’ufficio chiede al giudice la revoca dell’accordo di ristrutturazione del debito, non avendo la Società onorato nemmeno la prima rata. E non si tratta di bruscolini…

FRONTE AUSTRALIANI – Nik Scali, l’uomo partito nel 1952 per l’Australia, dove ha accumulato tanta ricchezza e prestigio internazionale, è interessato al progetto, ma anche dopo la visita di Foti nella terra dei canguri, non è certo sul da farsi e attraverso una telefonata di ieri al Presidente amaranto, ha chiesto la redazione di un progetto che illustri le prospettive della Reggina. Su questa richiesta facciamo varie ipotesi:
a) Il Sig. Scali attende il 6 Maggio per vedere come andrà in tribunale ed eventualmente acquistare a prezzi fallimentari.
b) Quali prospettive può offrire la Reggina oltre un massimo bacino di utenza, con lo stadio attuale, di circa 28 mila presenze, considerando anche un discreto flusso da Messina e dalla provincia reggina?
c) La Reggina Calcio o altro nome con sede a Reggio Calabria ha un significato solo affettivo per il Sig. Scali, o pensa anche a qualcosa di diverso in termini commerciali con venature europee?
d) È quella attuata dal potenziale acquirente una strategia per smussare qualche angolo della trattativa?
e) È una strategia mirata a disinnescare progressivamente la trattativa?
f) Circa 3 anni fa Foti ha cullato nel progetto redatto dall’ottimo Ing. Sapia, il sogno di uno stadio nuovo, che era stato individuato, se non ricordo male nell’area di Gallico. Le diverse problematiche in atto, convinceranno Foti a fare qualche passo indietro per andare incontro alle richieste degli Italo/Australiani?

Non sappiamo se esistono anche le lettere g,h, i… ecc alle nostre ipotesi, fatto sta che i Reggini e la Calabria hanno scoperto che un loro concittadino non si è dimenticato delle sue radici e qualunque sarà l’esito della trattativa sono fieri del suo amore per la terra d’origine e per il suo successo.

FRONTE GIUSTIZIA SPORTIVA – La speranza è che la Corte Federale (giudizio di 2° grado) discutendo il ricorso della Reggina, martedì 28 aprile, non si smentisca rispetto a quanto sentenziato a fine Gennaio, restituendole i punti di penalizzazione, indebitamente attribuiti dal Tribunale Federale (Giudizio di 1° grado).

FRONTE RIPESCAGGIO – È di oggi la notizia che il Savoia ha deciso di presentare il 5 Maggio i libri contabili in tribunale per chiedere l’istanza di fallimento, dopo che anche l’ultimo tentativo della Società, in accordo con la lega, di utilizzare la fidejussione presentata a luglio, a fronte delle spettanze dei tesserati con versamento entro il mese corrente delle somme a saldo, è stato respinto. La domanda che ci poniamo è se la Lega farà di tutto, come accade già con il Parma, per far proseguire senza scossoni il torneo, e ciò significa attendere domani per sapere se si svolgerà o meno l’incontro Savoia-Lupa Roma. Se non si dovesse svolgere la vittoria sarà a tavolino per la Lupa Roma per 3-0 e il Savoia subirà un punto di penalizzazione.

FRONTE FOGGIA-REGGINA – Domani gli amaranto saranno impegnati nella terzultima gara di questa tormentata stagione. Il Foggia non ha più nulla da chiedere alla classifica e non crediamo giocherà con il coltello tra i denti, cosa che ci attendiamo dalla Reggina. Non c’interessa parlare di formazione né di strategia. Un successo pieno a Foggia aprirebbe le porte della speranza anche in vista del giudizio che emetterà la Corte Federale. In panchina esordirà Giacomo Tedesco una vecchia (ma non tanto) bandiera amaranto della quale abbiamo sempre apprezzato grinta, determinazione, decisione e cattiveria agonistica che si spera sia riuscito a trasferire, anche se in minima parte ai ragazzi.

FRONTE CERTEZZE – Per ora l’unica certezza in casa amaranto è il ritorno di fiamma di Mimmo Praticò, che ha scelto di rimettersi in gioco in uno dei momenti più difficili della storia della Reggina. Si è parlato di cordate di imprenditori reggini, pronti a farsi avanti nel momento in cui esce di scena Lillo Foti. Ma di questi neanche l’ombra, neanche ora che qualcosa si muove ufficialmente, o in occasione di manifestazioni di protesta contro Foti. È troppo comodo nascondersi dietro il paravento della meschinità parlare o scrivere di Reggina, quando si conosce solo l’arte del buttare benzina sul fuoco… Mimmo, è uno tra quelli che nel 1986 assieme a Foti, Benedetto, Dattola e qualche altro rilevarono la Reggina 1914 dopo il fallimento, trasformando l’Associazione Sportiva Reggina in Reggina Calcio 1986, con il mantenimento del titolo sportivo. È stato anche per 10 anni responsabile dell’accoglienza degli arbitri in seno alla Reggina ed è tuttora accompagnatore della Nazionale under 19, con la quale qualche settimana fa si è recato in Austria per partecipare ai campionati europei. In una recente assemblea di dirigenti del calcio calabrese di Lui è stato scritto: “Difendere l’operato della Giunta regionale del Coni, presieduta da un galantuomo di nome Mimmo Praticò, non significa solo tutelare il volto pulito di una Calabria onesta, operosa, ricca di generosità e di dignità umana e sportiva; vuol dire soprattutto schierarsi dalla parte di un principio essenziale: la legalità”. Il rientro nell’entourage amaranto del dott. Mimmo Praticò è quindi sinonimo di serietà, attaccamento alla maglia, professionalità, rapporti e conoscenze con il mondo dello sport ed esperienza, forte del credo: “LA SQUADRA È PATRIMONIO DELLA CITTÀ”. Qualche giorno fa, assieme al Consigliere Regionale Alessandro Nicolò è stato dal Sindaco Falcomatà per perorare la causa amaranto a conclusione della quale si è convenuto di intervenire presso gli organi competenti affinché siano valutate con la massima serenità le problematiche amaranto in atto

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250