Reggina: salta la trattativa con gli australiani. 17 giorni per l’iscrizione

La vendita della Reggina al gruppo italo-australiano capeggiato da Nick Scali è saltata: “non ci sono più i margini per riannodare la trattativa”.

Il presidente amaranto Lillo Foti: “La trattativa è andata da vicinissima alla sua conclusione, alla frattura insanabile. Ci sono altre opzioni che ho sempre mantenuto attive, sia prima, sia dopo il mio viaggio a Sydney. Vedremo in questi giorni”.

Il presidente continua addebitando alle “troppe pressioni su persone ed imprenditori che seppur di origine italiana, operano con mentalità profondamente diversa dalla nostra” la fine delle trattative. Conclude in merito, dicendo che gli imprenditori che operano nel mercato australiano “non sono abituali alle pressanti attenzioni che caratterizzano la quotidianità italiana”.

Nel frattempo, in vista delle scadenze incombenti, il presidente ha riallacciato i rapporti, tenuti in caldo nonostante la trattativa con gli australiani sembrasse doversi concludere nel migliore dei modi: “ho ripristinato i contatti con chi ha mostrato una significativa attenzione nei confronti della Reggina. Sto portando avanti discorsi di prevalente investimento calcistico con un soggetto italiano con esperienza e presenza nel panorama calcistico”.

La notizia bomba, è stata annunciata dallo stesso Foti tramite una intervista rilasciata a Eugenio Marino del Corriere dello Sport.

“Chiunque sarà l’acquirente, dovrà subentrarmi e non collaborare con me. L’ho già detto e lo ribadisco che è giunto il momento di farmi da parte. Con il mio interlocutore ho già parlato di strutture, bacino di utenza, settore giovanile e potenzialità aziendale”.

Quello che emerge da queste parole, è la possibilità, per la Reggina, di diventare una società satellite di un club più importante, economicamente, degli amaranto. Questo potrebbe essere un trampolino di lancio, come anche un freno a mano tirato.

Ad oggi, mancano 17 giorni per saldare tutti i debiti scaduti con i tesserati e iscriversi al prossimo campionato senza incorrere in ulteriori penalizzazioni.