DIRETTA, Reggina: Conferenza Stampa di Falcomatà, Foti e Praticò | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Reggina

DIRETTA, Reggina: Conferenza Stampa di Falcomatà, Foti e Praticò

Inserito da on 17 luglio 2015 – 19:02No Comment |

Dopo il viaggio a Roma del Presidente Foti, con il sindaco Giuseppe Falcomatà e Mimmo Praticò, i tre sono tornati da poco, Foti e Falcomatà illustrano alla stampa il risultato della trasferta.

L’incontro con il presidente Federale Tavecchio dovrebbe portare delle nuove speranze alla causa amaranto.

Il primo a prendere la parola è il sindaco Falcomatà: “Vi vogliamo dire i risultati avuti dal colloquio con il presidente Tavecchio, prima del consiglio federale di oggi. La prima notizia è che la Reggina è ancora salva, è ancora in vita. Questo è quello che emerge per primo. Abbiamo voluto dire che la città e la squadra sono la stessa cosa. Non è pensabile affrontare la cosa come un fenomeno esclusiva,ente economico. Sappiamo tutti il legame viscerale che c’è tra la città e i tifosi e la squadra. Non dimentichiamo che tra tutte le emergenze economiche che stiamo affrontando, anche la scomparsa della squadra avrebbe delle conseguenze. Abbiamo detto che la presenza del sindaco è la volontà di un nuovo dialogo tra la società e le istituzioni, tutte le istituzioni. Abbiamo chiesto che la FIGC investa nella nostra città, valorizzi gli impianti della città, come il Granillo e il S. Agata. Teatri che tornino ad essere nel panorama che gli spetta e che in passato hanno anche ospitato la nazionale maggiore. Ma questa sarebbe una vittoria di Pirro, se noi non fossimo conseguenziali. Adesso dobbiamo aspettare al 4 di agosto momento in cui si chiuderanno le liste delle squadre partecipanti al campionato. È chiaro che a quella data la Reggina si deve presentare con tutte le carte in regola. Noi preferiamo lavorare e non dire quando non è necessario. Adesso la voglia di far vivere il calcio a Reggio Calabria si deve tramutare in fatti concreti. L’amministrazione comunale ha fatto il proprio dovere adesso la palla passa a chi deve risolve la situazione. Il presidente Tavecchio aveva detto che la cosa non sarebbe passata, poi ha però asccoltato le nostre argomentazioni. Ma vi prego di tenere in considerazione che non ci saranno altre proroghe. Il 4 agosto è l’ultima data. Adesso lo chiedo da tifoso, aiutateci a non disperdere la passione che c’è in città. Noi stiamo lavorando su tutto il problema delle occupazioni in città”.

Mimmo Praticò: “Il sindaco è stato chiarissimo. Io voglio per prima cosa ringraziarlo. Ieri lo abbiamo interessato e si è subito detto disponibile ad affrontare il viaggio. Adesso si è aperta una finestrella. È stretta, ma dobbiamo passarci e serve l’aiuto di tutti, professionisti, imprenditori e tifosi. Perdere la Serie C è una cosa grave, il Taranto è da anni che prova a conquistarla senza riuscirci. Noi dobbiamo smettere di cercare le virgole nelle pagine e strumentalizzarle. Non in questo momento. È comprensibile non pensarla tutti allo stesso modo, ma in questo modo la città non crescerà mai. Adesso sta a noi cercare di aprirla questa finestra. Senza illuderci, ma dobbiamo fare di tutto per  aprire questa finestra”.

Lillo Foti: “Credo che la città di Reggio abbia lasciato un segno. Quando si lavora tutti per lo stesso obbiettivo è probabile che qualche risultato si possa raccogliere. Devo ringraziare prima da cittadino, poi da tifoso e infine da persona adulta, la determinazione con cui il Sindaco Falcomatà ha sposato questa cosa. Non c’è stato un tentennamento da parte sua. Con quella determinazione che sono chi sa soffrire riesce a tirare fuori, con la determinazione di Praticò, la Reggina conquista questa finestra. LA Reggina è presente. Deve assolvere a degli obblighi. Quindi ci sarà bisogno della presenza di tutti. Tutti siamo, siete, nelle condizioni di dare un contributo. È Reggio che va avanti, la Reggina ha svolto il suo ruolo, certamente con qualche errore, ma ha dato segnalo positivi al calcio nazione. Questo ci è stato riconosciuto, come ci ha aiutato la comunicazione e il senso di responsabilità che il sindaco ha tenuto a livello istituzionale. C’è stato un risultato per qualcuno nemmeno ipotizzabile. Ma adesso si è aperta questa porta. La Reggina deve mantenere il suo ruolo professionistico in un calcio in grandissima difficoltà. credo che la reggina possa dare ancora un messaggio positivo. Adesso dobbiamo ottemperare a degli obblighi entro il 27. Il mio ruolo è solo di affiancamento”.

Giuseppe Falcomatà: “C’è una norma che dice che i campionati devono essere a 60 squadre. oggi i campionati non lo sono. C’è da capire quali squadre possano essere ammesse alla Serie B. Una volta visto questo si riaprono i termini per le iscrizioni. Ma la data ultima è quella del 27. Forse il discorso granillo lo abbiamo comunicato male, e ce ne assumiamo la responsabilità. Ma non c’è alcun dubbio che la Reggina possa utilizzare lo Stadio Granillo. Abbiamo sbagliato a comunicare. Non possiamo cancellare il debito, ma non pregiudica l’uso dello stadio per la Reggina. Io invito tutti voi a non pensare a quello che è successo fino al 17, ma a quello che si dovrà fare da ora in avanti. Io in 9 mesi non ho mai visto mai tanta gente ad una conferenza stampa, quindi significa che non è solo una questione di Reggina. Non disperdiamo questo entusiasmo”.

Lillo Foti: “C’è in partenza una base di imprenditori che ha dato la disponibilità a sottoscrivere delle quote azionarie. la cifra da raggiungere è di circa 1 milione e mezzo. che si possa raggiungere con una sottoscrizione è secondario. l’importante è avere una base di imprenditori e professionisti che possa garantire la cifra. Io posso restare per essere di supporto e necessità nei confronti della Reggina. Cosa cambia oggi rispetto al 14 luglio? Credo che per tanti motivi alcune situazioni non si siano concretizzate. Parlo per la parte che tocca a me, dove la mia situazione di salute non mi ha permesso di risolvere alcune situazioni. Nei momenti di difficoltà la gente si aggrega. Io credo che grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale e della federazione, la gente sia più propensa a dare un aiuto alla causa amaranto”.

Mimmo Praticò: “Le persone che si sono dichiarate disponibili lo sono ancora. Da parte mia, l’ho detto dal primo minuto, sono pronto insieme ad altri a aiutare la Reggina. Non diamo illusioni, quando i soldi saranno in banca o dal notaio potremo parlare di certezze. Non dimentichiamo la squadra di Scala, che era composta da illustri sconosciuti ed è stata capace di fare quello che ha fatto. Io ho scoperto l’orgoglio di essere Reggino, e dopo, caro sindaco, la città ha fatto il proprio dovere. I soldi necessari potrebbe essere piccola o grande. Se tutti quelli che hanno dato la propria disponibilità la confermeranno la cifra è piccola, altrimenti no.”.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250