Reggina: Presentazione ufficiale di Ciccio Cozza | InAmaranto.it
Calcio

Tutto il calcio professionistico. Serie A, Serie B, Lega Pro

Basket

Il Basket è da sempre uno sport molto seguito a Reggio Calabria

L'Editoriale

Il commento di In Amaranto alla stagione della Reggina

Notizie

Notizie sugli sport minori e dalle società calabresi

Reggina

News e curiosità sulla Reggina nell'anno del centenario

Home » Reggina

Reggina: Presentazione ufficiale di Ciccio Cozza

Inserito da on 8 agosto 2015 – 11:18No Comment |

Il primo passo della nuova Reggina è stato compiuto. La società presenta ufficialmente l’allenatore.

Si tratta di Ciccio Cozza, ex capitano e bandiera della Reggina che ha conquistato la Serie A nel 1999. La società presenta il tecnico insieme a parte dello staff dirigenziale nel Salone dei Lampadari di palazzo San Giorgio.

Presenti alla conferenza stampa la nuova compagine sociale al completo e la dirigenza, accolti dal Sindaco Falcomatà

Si tratta della prima uscita ufficiale della società dopo il cambio di denominazione forzato dalla FIGC per poter iscrivere la squadra al campionato di Serie D.

Giuseppe Falcomatà: “La Reggina si conferma recordman come presenze di giornalisti in conferenza stampa. Il fatto che facciamo le conferenze qui, non è legato al fatto che Mimmo non sappia dove farle, ma per dimostrare la vicinanza delle istituzioni, nei loro limiti. Voglio fare i miei complimenti a Mimmo Praticò, per quello fatto fino a ora. Non ci sono obbiettivi che possano far fare quello che ha fatto se non per amore. Ho detto privatamente ai due qui accanto a me che sarebbe bello che la società creasse degli eventi in città per coinvolgere i tifosi. Dico fin d’ora che concederemo alla Reggina lo stadio Granillo e che fin da subito potranno cominciare gli allenamenti, anche se formalmente la convenzione non è stata siglata. Voglio dire una cosa per concludere, lo sport è un diritto della città, noi siamo qui di passaggio per lasciare a chi ci seguirà dei valori sportivi di eccellenza”.

Mimmo Praticò: “Faremo le prossime conferenze a giro nelle sedi istituzionali, per coinvolgerle tutte e per far si che sia chiaro che ci sono vicine. Mi piace la proposta del sindaco di creare degli eventi in città. Il sindaco mi ha dato una bella notizia, che è quella dell’uso del Granillo, Poco fa anche Ciccio lo aveva chiesto al primo cittadino. Mi auguro che in futuro, dopo aver sistemato le difficoltà di questa città, si possa aiutare le altre federazioni presenti in città. Noi saremo capofila, ma vi ricordo che abbiamo 45 federazioni in città. La Reggina, la chiamo così perché è più forte di me, ha presentato la domanda di iscrizione solo il 3 agosto, oggi è 8 e stiamo presentando il tecnico. Senza voler disturbare il creatore che ha impiegato 7 giorni per la creazione, noi stiamo creando da zero una struttura. Qualcuno in città ci ha messo in croce, ma spero che adesso colga l’occasione per aiutare la città. Ieri sera finalmente è arrivato il pezzo di carta che ufficializza la nostra partecipazione alla Serie D. Non abbiamo voluto scrivere Virtus Reggio, Audax Reggio, o Amaranto. Anche Reggio Emilia è amaranto. Abbiamo orgogliosamente scelto il nome della città, con cui ci identifichiamo. Questo campionato è molto difficile e ci sono altre squadre che lavorano da parecchio. Il tecnico saprà plasmare la squadra. Il mancato accordo col il DS risiede nel mancato accordo. Con qualcuno ci siamo parlati, ma parlarsi non significa stringere un accordo. Per quanto riguarda la società è ancora tutto in itinere. Abbiamo nominato il segretario generale, Salvatore Conti, ma non abbiamo ancora deciso chi occuperà i posti che abbiamo ben chiaro che andranno ad essere occupati. Gli allenamenti inizieranno al Granillo. Certamente il S. Agata, in tutto o in parte ci serve. Sappiamo che ci sono degli accordi pregressi, che non abbiamo approfondito perché non è compito nostro. Abbiamo chiesto alle istituzioni di aiutarci. Al momento il campo di allenamento è il Granillo, ma sapete tutti che non si può usare tutti i giorni, per cui stiamo valutando se si può usare qualche altra soluzione. Anche per quanto riguarda la campagna abbonamenti  vi faremo sapere. Ho parlato con i miei soci e mi piacerebbe portare tanta gente allo stadio, Mi piace la scelta del mister di far assistere agli allenamenti, cosa che si era un po’ persa. Mi piacerebbe che si potesse disputare la partitella infrasettimanale in provincia, per creare sempre più socialità. Sull’ingresso di nuovi soci? Ho sempre detto che le porte della società sono aperte a tutti, Io credo che se ci sono le possibilità, e in provincia ce ne sono, si possa dare il proprio contributo. Questa società sta partendo dal nulla. Noi avevamo un patrimonio di giovani calciatori, che però si sono accasati. Segno che era una buona base di partenza. Noi non sappiamo fino a quando e fino a quanto possiamo intervenire. Negli ultimi giorni ci sono state delle comunicazioni poco realistiche in base a quello che è avvenuto. Vogli ricordare ai giornalisti quello che è avvenuto. Il 24 luglio abbiamo fondato la AS Reggina e abbiamo comunicato tutto alla FIGC che ci ha dato il numero di matricola 943512. Ritengo che in caso di problemi con gli strumenti informatici avrebbero dovuto fermarci subito. Il 31 luglio il sindaco ci ha indicato come rappresentanti della città. Abbiamo presentato la documentazione alla FIGC. Il consiglio federale non ha trattato il tema della Serie D, ma Tavecchio di cui mi onoro di essere amico mi ha assicurato che avremmo parlato alla Serie di e mi ha dato la sua parola. Avremmo potuto tentare la strada del ricorso e a nostro avviso c’erano le motivazioni per farlo, ma i tempi erano stretti e avremmo potuto. Qualcuno ci ha detto di di essere incompetenti. Ci dispiace che alcuni organi di informazione cerchino le notizia anche quando non ci sono. Mi dispiace che qualcuno faccia degli interventi che non ammettono la nostra replica. Per esempio le voci su Cozza e Mariotto uno contro altro. Non è vero. Sono due ragazzi che si conoscono e e si stimano a vicenda. Noi rispettiamo tutti, e chiediamo il rispetto a tutti. Chiediamo a tutti di non essere disgreganti, ma aggreganti per aiutare Reggio a diventare di nuovo quella Bella e Gentile del secolo scorso. Noi abbiamo incontrato Mariotto, gli abbiamo detto le nostre possibilità per affrontare il prossimo campionato. Massimo, da persona per bene quale è, ci ha pensato e ha deciso di non accettare la nostra proposta. Dopo di lui non abbiamo contattato nessun altro direttore sportivo, né Gabriele Martino né Carmelo Rappoccio”.

Ciccio Cozza: “Ringrazio Mimmo per le belle parole. Da ieri ho cominciato a lavorare e sono certo che faremo il massimo per portare i tifosi allo stadio e per farli divertire. Mi conoscete già, chiedetemi quello che volete. Abbiamo già qualche nome, ma credo che si deve lavorare in silenzio e presentare al squadra al completo. Lo staff è composto da La Serra, allenatore dei portieri, Praticò preparatore atletico e Caridi allenatore in seconda. Il ritiro inizierà al Granillo, poi faremo un breve ritiro di 10/ 15 giorni ma non sappiamo ancora dove. Sarà la società a comunicarlo. Per ora stiamo cercando di portare dei calciatori importanti a Reggio. Negli ultimi tempi si è persa credibilità e dobbiamo lavorare per ricrearla. Il gioco dovrebbe essere quello dello scorso anno, la differenza sarà nel fatto che lo scorso anno mi dovevo adattare ai calciatori, mentre ora ho la fortuna di poterli scegliere. L’anno scorso la Reggina era in preparazione con tanti giovani provenienti dalla Berretti. Hanno esordito giovani del 97/98. Quei giovani sono stati tutti presi da altre società subito dopo il fallimento. C’è da dire che noi siamo sempre la Reggina e loro daranno il massimo contro di noi. Vero che partiamo in ritardo, ma nessuno si ricorderà di questo, e parlerà solo il campo. Dalle prime partite faremo il punto della situazione e vedremo che tipo di campionato faremo. Fino a che non firmano non possiamo dire nulla, ma da lunedì ci sarà un gruppo di calciatori che si allenerà”.

Leggi anche

Commenta

commenti

Tags: , , , , , ,

Vincicasa standard Image Banner 300 x 250