Reggina vs Catania 1-1

Vincenzo Sarno

Dinanzi a circa 1.000 spettatori, la Reggina di mister Dionigi è riuscita a fermare sull’1-1 il Catania di Maran, compagine che milita nel campionato di Serie A. Un buon test per gli amaranto, i quali all’uscita dal campo hanno anche ricevuto gli applausi dei pochi tifosi accorsi allo stadio in una serata decisamente calda.

Dionigi ha mandato in campo quella che ad oggi è la Reggina titolare. Davanti al portiere Facchin, difesa a tre composta da Adejo, Freddi e Di Bari. A centrocampo Melara sulla fascia destra, Rizzato su quella sinistra, Rizzo e Barillà in mediana. In attacco, il trio formato da uno spumeggiante Sarno, Stuani e Ceravolo. Maran, invece, ha schierato il suo Catania con il modulo 4-3-3, affidandosi in attacco al tridente composto da Barrientos, Gomez e Bergessio. Dopo le iniziali fasi di studio, sono stati proprio i calabresi a rendersi maggiormente pericolosi dalle parti di Andujar. Al 16’, infatti, un cross dalla destra di Melara trovava pronto Fabio Ceravolo sul secondo palo, il quale, però, spediva la palla sull’esterno della rete. Gli amaranto (questa sera in maglia bianca), tuttavia, passavano in vantaggio pochi minuti dopo, grazie ad una prodezza del talentuoso Vincenzo Sarno, il quale, dopo aver superato il difensore Bellusci, di sinistro batteva l’estremo difensore siciliano. Gli ospiti non ci stavano, ed allora iniziavano ad aumentare la loro spinta verso la porta difesa da Facchin. Proprio un tiro non irresistibile da fuori area, ad opera del centrocampista Almiron, non veniva trattenuto dal Facchin, regalando così agli uomini di Maran la rete dell’1-1 intorno alla mezzora della prima frazione di gioco. La Reggina, comunque provava subito a riportarsi in vantaggio, ma un bel colpo di testa di Stuani, ispirato da un cross dalla sinistra di capitan Rizzato, veniva bloccato seppur in due tempi dal numero uno catanese. All’intervallo si giungeva dunque sul parziale di 1 a 1. Nella ripresa, come spesso accade nelle amichevoli pre-campionato, entrambi i tecnici cambiavano gran parte dei loro calciatori. Dionigi optava per ben cinque sostituzioni, inserendo Comi, Angelilli, Bombagi, Hetemaj e D’Alessandro. Maran replicava mandando in campo sei giocatori freschi. Complice la temperatura elevata, le due squadre non offrivano un grandissimo spettacolo, anche se erano i padroni di casa a rendersi maggiormente pericolosi, soprattutto con Angelilli, che al 75’con un cucchiaio provava a beffare Andujar, il quale, però, dopo un’uscita non proprio felice, riusciva ad impedire il peggio. La stanchezza sulle gambe di entrambe le compagini iniziava a farsi sentire sempre, facendo si che la gara, lentamente, scivolasse fino al 90’quando il sig. Doveri di Roma, senza concedere neppure un minuto di recupero, mandava le due squadre negli spogliatoi sul risultato finale di 1-1. E’ sicuramente molto presto ancora per poter esprimere giudizi su questa Reggina. Tuttavia, il gioco di Dionigi inizia a vedersi sempre di più. Il tecnico sta lavorando molto sul gruppo, le sensazioni sono positive. Domenica prossima si parte con il primo impegno ufficiale della stagione. Al Granillo, per il secondo turno ad eliminazione diretta arriverà la Nocerina, compagine che proprio oggi nel primo turno ha eliminato la Paganese. Il ritiro pre-campionato è ormai concluso, la benzina nelle gambe è stata messa. Da domani si inizia con la settimana tipo. Buon viaggio Reggina.

Questo il tabellino dell’incontro:

Reggina (3-4-3): Facchin; Adejo, Freddi, Di Bari; Melara (28’st D’Alessandro), Rizzo, Barillà (10’st Barillà), Rizzato; Sarno (16’st Angelilli), Stuani (10’st Comi), Ceravolo (16’st Bombagi).

Panchina: Mormile, Burzigotti, Emerson. All. Dionigi.

Catania  (4-3-3): Andujar; Alvarez, Legrottaglie (16’st Marchese), Bellusci, Capuano; Izco (40’st Salifu), Lodi, Almiron (25’st Llama); Barrientos (28’st Antenucci), Bergessio (16’st Morimoto), Gomez (1’st Castro).

Panchina: Bouallegue, Terracciano, Augustyn, Ricchiuti, Moretti, Gontan, Catellani, Doukara. All. Maran.

Marcatori: 17’pt Sarno (R), 31’pt Almiron (C)

Arbitro: Doveri di Roma.

Un pensiero su “Reggina vs Catania 1-1

I commenti sono chiusi.