La Reggina ricomincia con un pari

La Reggina riparte con un pari. Dal Castellani di Empoli si rientra con un solo punto che riduce ma non cancella del tutto la penalizzazione iniziale degli amaranto (ora in classifica a -2). In uno stadio sicuramente non esaurito, i ragazzi di Dionigi sono riusciti a riprendere una partita che era nata davvero male.

Dionigi si affida allo stesso ed identico schieramento che una settimana fa, in Coppa Italia, si era imposta per 1-5 a Modena. Sarri, dall’altro lato, schiera i suoi con un 4-4-1-1 maggiormente coperto, affidandosi alla fisicità della prima punta Cori, seguito dalla Reggina durante il calciomercato dello scorso anno. Prima della partita, le due squadre a centrocampo hanno svolto un minuto di raccoglimento in memoria del Giudice, Michele Barillaro, tifoso dell’Empoli e della Reggina. Ospiti in completo amaranto, locali con il loro tradizionale completo blu. Pronti via, partono subito molto forte i padroni di casa. Nei primi dieci minuti del match, gli amaranto sembrano essere rimasti negli spogliatoi, Cori ne approfitta, e sfruttando un erroraccio del portiere Baiocco in uscita, si fa toccare dal numero 22 amaranto. Per Nasca è rigore. Sul dischetto si presenta Pucciarelli, palla da un lato, portiere dall’altro. Empoli in vantaggio, è 1-0. I ragazzi di Dionigi sembrano accusare il colpo, la reazione tarda ad arrivare. Dionigi, dalla panchina, inizia a spronare i suoi, ed al 22′ è Sarno a crearsi una buona occasione, ma la sua conclusione sfiora il palo alla destra di Dossena. La giocata di Sarno sembra svegliare i calabresi, i quali tre minuti dopo arrivano al tiro con Comi da fuori area, ma la conclusione è debole e centrale. La Reggina gioca abbastanza bene sulla fascia sinistra, dove la coppia Ceravolo-Rizzato riesce ad interagire molto bene. Meno bene, invece, l’intesa tra Sarno e Melara sulla fascia destra. Uno svarione di Freddi a centrocampo libera la strada verso la porta di Baiocco a Saponara, ma la conclusione dell’empolese, per fortuna della Reggina, si spegne alta sulla traversa. All’intervallo si va negli spogliatoi con il parziale di 1-0 per i padroni di casa. Nella ripresa, almeno all’inizio, entrambi i tecnici confermano gli schieramenti di partenza. La Reggina parte meglio ed al 54′ trova la rete del pareggio grazie a Fabio Ceravolo, rapido a raccogliere sul secondo palo una palla tesa messa in mezzo da Comi. E’ la rete dell’1-1. I calabresi allora prendono coraggio, e su l’ennesimo guizzo di uno spumeggiante Sarno, la difesa empolese si salva con non poco affanno. La Reggina inizia a macinare il suo gioco, sulle fasce si spinge molto, questa volta soprattutto a destra, dove Melara inizia ad intendersi alla perfezione con Sarno. L’Empoli si difende e prova a ripartire, si lamenta per un contatto in area di rigore tra Adejo e Cori, ma in realtà, i toscani, non creano grossi problemi alla retroguardia amaranto. All’80’ le due compagini calano vistosamente sotto il punto di vista fisico e non potrebbe essere altrimenti al 25 di agosto (l’anomalia sarebbe il contrario). La stanchezza prende il sopravvento, le gambe sono pesanti, e probabilmente alla fine il pareggio sembra essere il risultato più giusto. Empoli vs Reggina termina così con il risultato di 1-1. Per gli amaranto un punto che riduce la penalizzazione da -3 a -2, per i toscani, invece, un punto che elimina definitivamente la penalità di -1punto. Sabato al Granillo arriverà la Pro Vercelli per la seconda giornata di campionato, prima però, fino a venerdì alle 19:00 ci sarà il calciomercato in corso. La Reggina proverà ad intervenire sul mercato per reperire una punta di peso ed un esterno destro d’attacco. Foti e Giacchetta sanno benissimo che questa squadra va ulteriormente rafforzata e sicuramente faranno di tutto per offrire a mister Dionigi una rosa maggiormente attrezzata per un campionato che sicuramente non sarà facile. Venerdì sera sapremo, per il momento, la Reggina si gode questo punticino esterno che, seppur non molto, muove comunque la classifica.