I precedenti tra la Reggina e il Verona

Da sempre, la sfida tra la Reggina e gli scaligeri, rappresenta qualcosa in più di una semplice partita di calcio.

Ad arricchire questo duello, vi è anche un’acerrima rivalità tra le due tifoserie, che in passato è anche, purtroppo, sfociata in violenti scontri sia al Granillo che al Bentegodi.

Ma torniamo al discorso prettamente sportivo…

Nei precedenti incontri, nel torneo cadetto, vi è una netta supremazia da parte dei gialloblù, con quattro vittorie da parte dei veneti e altrettanti pareggi.

Iniziamo dalla stagione 1995/96, nella gara d’andata, gli amaranto sfiorarono il colpaccio, infatti, solo nei minuti finali il Verona riuscì ad agguantare il pareggio, dopo il vantaggio reggino firmato da Alfredo Aglietti. Analogo discorso nel retour-match a Reggio, infatti, ad una bomba di Ceramicola, rispose per i gialloblù Totò De Vitis.

Sempre con lo stesso risultato, si concluse la gara d’andata al Bentegodi nella stagione 1997/98, mentre in terra calabra gli scaligeri dilagarono con un netto tre a zero, che ebbe anche la classica rete dell’ex di Alfredo Aglietti, che realizzò una doppietta senza esultare, andando poi a ricevere gli applausi dei suoi ex tifosi.

Nella stagione 1998/99, Reggina e Verona lottavano entrambe per la promozione in serie A, infatti, a fine torneo, riusciranno a centrare l’obiettivo della massima serie, ma anche in quella stagione i Veneti riuscirono ad avere la meglio. Un secco tre ad uno all’ andata a Verona, grazie alle reti di Italiano, Cammarata, Aglietti e rete amaranto di Lorenzini su rigore, ed uno scialbo pareggio a reti bianche al ritorno a Reggio.

Come già detto,nel campionato 1999/2000, le due squadre si ritrovarono in serie A, ed i due incontri terminarono con il risultato di uno ad uno. Nel match d’andata, dopo il vantaggio amaranto, realizzato grazie ad una punizione di Andrea Pirlo, i veneti agguantarono il pari nei minuti finali, mentre al ritorno, un punto ciascuno, scaturito dalle reti di Bogdani e Cammarata, consentì ad entrambe le squadre di ottenere la matematica permanenza nella massima serie.

Nella stagione 2000/2001, Verona e Reggina si incontreranno per ben quattro volte, infatti, nella stagione regolare, dopo il pari per uno ad uno sul neutro di Catania, grazie alle reti di Adailton e Stovini, e all’unica vittoria della Reggina, grazie alle reti di Dionigi, Cozza e Mamede, amaranto e gialloblù dovettero ricorrere ad uno spareggio per ottenere l’ultimo posto utile per la salvezza. All’andata a Verona, vinsero gli scaligeri, grazie ad una rete del danese Laursen, mentre al ritorno, dopo l’uno-due amaranto firmato da Zanchetta e Cozza, Cossato, a quattro minuti dal termine, con un colpo di testa, gelò i venticinquemila del Granillo, condannando i reggini alla retrocessione in B.

Dopo quella gara, viste le alterne fortune delle due squadre, Reggina e Verona non si incontrarono per ben dieci anni, per tornare a sfidarsi nella stagione 2011/2012, che vide ancora prevalere gli scaligeri in entrambi gli incontri e con il medesimo risultato di uno a zero.