La Reggina tiene un tempo. Poi Yepes, Niang e Pazzini la mettono ko

Dopo un primo tempo concluso sullo 0-0, i ragazzi di mister Dionigi cedono nella ripresa al più forte Milan, il quale grazie alle reti di Yepes, Niang e Pazzini si qualifica per i Quarti di finale di Tim Cup, dove affronterà la Juventus di Antonio Conte.

Eppure non era iniziata male la serata milanese degli amaranto. Per tutti i primi 45 minuti, infatti, i ragazzi di Dionigi hanno tenuto testa al più forte e blasonato Milan, trovando addirittura il goal del vantaggio al 16′ con Bergamelli, il quale però partiva in posizione di fuorigioco. La Reggina disputava la prima frazione di gioco in maniera ordinata, pur senza creare grandi occasioni da rete in area rossonera.

Nella ripresa, poi, ai rossoneri è bastato trovare il goal del vantaggio con Yepes di testa su azione d’angolo, per sbloccare una partita che stava diventando sempre più complicata. Subita la prima rete, gli amaranto si sono visibilmente scoraggiati e per i rossoneri non è stato difficile trovare le reti prima del 2-0 con Niang e poi del definitivo 3-0 (in netta posizione di fuorigioco) con Pazzini.

Non hanno convinto per nulla i cambi del tecnico Dionigi nella ripresa, il quale sostituendo sia Campagnacci che Fischnaller non ha inserito almeno un’altra punta (Viola), imbottendo invece la squadra di centrocampisti pur essendo in svantaggio nel punteggio.

La Reggina esce a testa alta dalla Tim Cup, per i ragazzi di mister Dionigi è stata una bella esperienza e soprattutto un bellissimo ricordo da raccontare poi un giorno ai propri nipotini. Affrontare il club più titolato al mondo alla Scala del calcio non capita tutti i giorni.

Adesso la Reggina tornerà in campo lunedì sera al Granillo contro il Cittadella per il campionato. E’ quello il vero obiettivo della squadra del Presidente Foti.