Tris del Lanciano, Reggina ko (3-1)

Il terzino destro Almici durante la partita d'andata...
Il terzino destro Almici durante la partita d’andata…

Brutta sconfitta per la Reggina di mister Dionigi in quel di Lanciano. Grazie alle reti di Fofana, Falcinelli e Mammarella i padroni di casa battono i calabresi e riescono ad allontanarsi dalla zona play-out, nella quale, invece, rimane la Reggina.

Dionigi conferma il modulo 3-5-2 con Bombagi che agisce nel ruolo di mezzala destra di centrocampo, completando il reparto insieme a Colucci e Barillà. Sugli esterni agiscono Antonazzo e Rizzato, la difesa è a tre con Adejo, Ely e Di Bari mentre in attacco è confermata la coppia Di Michele-Comi.

Gautieri risponde con il suo collaudato 4-3-3 zemaniano, lanciando in avanti il trio composto da Piccolo, Fofana e Plasmati. Centrocampo a tre con Paghera, Minotti e Volpe, difesa a quattro con Almici, Aquilanti, Amenta e Mammarella.

Il Lanciano parte sicuramente meglio, mentre la Reggina, ormai non è una novità, resta a guardare l’avversario e reagisce un po’ soltanto dopo aver incassato il “cazzotto”. Dopo dieci minuti di gioco, per una trattenuta in area di rigore ai danni di Di Bari, ci sarebbe un calcio di rigore netto per i calabresi ma il sig. Tommasi dice che è tutto regolare. Il Lanciano spinge, mentre la Reggina resta troppo bassa, racchiusa nella sua metà campo. I padroni di casa passano in vantaggio al 18′ grazie ad un inserimento perfetto di Fofana, il quale di testa, troppo indisturbato, riesce a trafiggere Baiocco. La Reggina prova a rispondere ma per tutto il primo tempo non produce praticamente nulla, regalando letteralmente tutta la prima fase di gioco ai padroni di casa.

Nella ripresa, i ragazzi di Dionigi provano a tirare un po’ fuori la testa dal sacco. Le cose sembrano mettersi bene al 62′ quando il solito Comi realizza in spaccata, su assist al volo di Rizzato, la rete del momentaneo 1-1. I calabresi, a questo punto, pensano addirittura di poter vincere la partita, ma Falcinelli, con un gran goal di testa, dal limite dell’area di rigore, batte Baiocco per il 2-1. Nell’occasione, il difensore Ely appare nettamente in ritardo nella marcatura sull’attaccante, il quale riesce a staccare di testa in maniera troppo indisturbata.

Gli abruzzesi non si fermano e al 90′ arriva anche il goal del definitivo 3-1 con Mammarella, giustiziere amaranto già nella gara di andata. Tra Lanciano e Reggina finisce dunque tre a uno. Un risultato che consente agli uomini di Gautieri di allontanarsi un po’ dalla zona play-out, portando a (+4) i punti di vantaggio sulla Reggina.

Martedì sera si torna in campo al Granillo contro lo Spezia per il turno infrasettimanale. Sulla panchina dei liguri non dovrebbe esserci l’ex Gianluca Atzori, il quale dopo lo 0-6 rimediato ieri sera in casa contro il Novara potrebbe essere esonerato. Per gli amaranto non sarà una partita facile, ma servono punti ed i turni casalinghi vanno sfruttati al massimo. Per una volta, almeno, sarebbe bello vedere una Reggina che riesce a non andare in svantaggio. Recuperare sempre le partite non è facile, soprattutto dal punto di vista mentale. La Reggina è sempre lì, in piena zona play-out. Per fortuna che oggi Vicenza e Bari hanno perso…