La Reggina perde a Crotone (2-0). E’ notte fonda!

Gianluca+Atzori+Vicenza+Calcio+v+Reggina+Calcio+J4BEl43M7lyxDopo 37 anni il Crotone riesce a battere la Reggina (2-0) grazie alle reti realizzate di Ishak e Torromino. I pitagorici volano al sesto posto in classifica mentre la Reggina è terz’ultima insieme alla Ternana. In casa amaranto le cose non vanno per nulla bene ed il tecnico Atzori è in seria discussione.

Allo Scida il tecnico di Collepardo si presenta con un inaspettato 4-2-3-1. Adejo resta in panchina per far posto a Di Lorenzo che completa il reparto insieme a Lucioni, Ipsa e Foglio sulla sinistra. Davanti alla difesa agiscono Colucci e De Rose, mentre a supporto della punta centrale (Di Michele) ci sono Maicon, Dall’Oglio e Maza.

Drago risponde con il collaudato 4-3-3, affidandosi al tridente composto da Torromino, Ishak e Bidaoui. A centrocampo ci sono Dezi, Crisetig e Cataldi, mentre la linea difensiva davanti a Gomis è composta da Del Prete e Mazzotta sulle fasce, Ligi e Prestia come centrali.

Lo schieramento scelto da Atzori sorprende Drago ed il Crotone fa parecchia fatica nella prima mezz’ora di gioco. La Reggina tiene meglio il campo ma le uniche due conclusioni di Dall’Oglio e Maza non creano particolari problemi al Crotone. Con il passare dei minuti i pitagorici crescono e alla prima occasione, su azione da calcio d’angolo, trovano il goal del vantaggio con Ishak. Ad inizio ripresa, poi, arriva il raddoppio rossoblu con Torromino, il quale realizza un goal spettacolare che va ad infilarsi nel set. Dopo il 2-0 la Reggina incassa il colpo e non riesce più a reagire. Arriva così la terza sconfitta consecutiva. La panchina di Atzori trema e intanto la Reggina è al terz’ultimo posto in classifica. Troppo brutto per essere vero, soprattutto nell’anno del Centenario.