Cosenza-Reggina: 4-2 dopo calci di rigore. Errori di Rizzo e Camilleri dal dischetto

Dopo una partita combattuta ma non bella, tra due squadre in crisi, i padroni di casa del Cosenza passano il turno dopo i calci di rigore.

Una partita che ha regalato emozioni solo al termine della gara, nel finale dei 90 minuti regolamentari e nei supplementari, dove solo grazie alle parate del giovane Cetrangolo, il migliore in campo, la Reggina conquista i calci di rigore.

I lupi passano il turno e dopo aver eliminato il Catanzaro, mandano a casa anche la Reggina. Per gli amaranto si tratta del secondo derby perso in pochi giorni. È vero che l’obbiettivo della coppa non è tra quelli da raggiungere a tutti i costi, ma perdere certe partite non è una cosa vista di buon occhio dai tifosi. Pochi gli spettatori presenti sulle gradinate dello stadio San Vito.

La gara termina 0-0 nei minuti regolamentari e dopo i tempi supplementari segno che le due squadre hanno pensato prima a non prendere gol che a farne.

Durante i calci di rigori, la Reggina poteva addirittura passare in vantaggio grazie alla parata di Cetrangolo sul rigore di Tortolano, ma Rizzo sbaglia il suo rigore subito dopo, facendosi parare il tiro da Ravaglia. Chiude Corsi che trasforma il proprio rigore dopo l’errore di Camilleri.

TABELLINO:

COSENZA-REGGINA: 0-0 (0-0 ts, 4-2 cdr)

COSENZA: Ravaglia, Ciancio, Bertolucci, Corsi, Blondett, Tedeschi, Criaco, Fornito, Mosciaro, Calderini, Tortolano. A disp: Saracco, Zanini, Magli, Carrieri, Alessandro, Chidichimo, Cori. All: De Angelis

REGGINA: Cetrangolo, Ammirati, Di Lorenzo, Rizzo, Camilleri, Karagounis, Armellino, Maita, Salandria, Louzada, Viola. A disp: Kovacsik, Syku, Aquino, Dall’Oglio, Maimone, Masini, Gjuci. All: Cozza

ARBITRO: Boggi di Salerno

RIGORI:

Alessandro, Gol.
Armellino, Gol.

Tortolano, parata di Cetrangolo.
Rizzo, parata di Ravaglia.

Ciancio, Gol.
Maita, Gol.

Fornito, Gol.
Camilleri, parata di Ravaglia.

Corsi, Gol.