Serie C – Ecco i risultati con marcatori del girone C

Si è concluso il sabato ma non la 15^ giornata di Serie C, che vede mancare all’appello il derby di Calabria fra Catanzaro e Cosenza, derby che vedrà affrontarsi rispettivamente la dodicesima contro la tredicesima della lista; distaccate non per punti ma per differenza reti.

Tornando adesso alle partite disputate oggi aprono la scena Juve Stabia – Catania, con gli ospiti che superano di misura la squadra di Castellamare, grazie alla rete di Mazzarani, proprio nel finale (93′). Tra Paganese e Fondi finisce invece 2 – 2 con La Paganese avanti al 14° che si fa raggiungere da Corvia al 53° e addirittura rischia la débâcle con Nolè che, al 66°, porta il Fondi in vantaggio, salvo poi farsi recuperare al 78° da Cesaretti che assicura quantomeno il punto alla squadra di casa.

Sicula Leonzio – Casertana è la classica partita di studio, giocata più sulle lavagnette dei mister che sul campo, finisce 1-1 con le reti di Bollino 77° (S.L) e Padovan 87° (C.S).
Bene il Trapani che all’Erice non delude i suoi sostenitori, firmando un 3-1 contro un modesto Virtus Francavilla. Le reti sono di Girasole 55° (T.R), A. Viola 68° (V.F), Reginaldo 70° (T.R) e Palumbo 83° (T.R). Bene anche il Rende, sempre più sorpresa di questo girone, che travolge il Matera 2-0 con la doppietta di Actis Goretta al 10° e al 56° quest’ultimo su rigore.

Monopoli che non vince dal 28 ottobre scorso e che anche questa volta, si vede battuto per 2-1 da un ottimo Bisceglie; le reti sono di Paolucci 58° (M.N) – Petta 68° (B.S) – Jovanovic 86° (B.S).
Chiudono le già sopracitate Lecce e Reggina, scontro di un’accesissima rivalità storica fra due compagini che certamente devono raggiungere altri livelli; questa sera la spunta il Lecce, il “Via del mare” si dimostra ancora stregato per gli amaranto che pur passando sul doppio vantaggio grazie alle reti di Bianchimano al 14° e al 25°, si fanno raggiungere prima da Torromino al 27° poi da Ciancio al 31° e infine da Tsonev che al 43° cambia completamente senso alla gara. Amaranto che non giocano male, ma che perdono i riferimenti difensivi per non trovarli più durante la partita; pesante anche il doppio giallo per Mezavilla che implica alla squadra di Maurizi di giocare con un uomo in meno il resto della gara.