Bari-Reggina 1-1. La Reggina può recriminare per i due punti persi

Spettacolare cornice di pubblico, più di 15000 gli spettatori, sugli spalti i tifosi del Bari e della Reggina si scambiano i saluti di un gemellaggio storico che ha più di 30 anni.

Il terreno in buone condizioni due presidenti, a suon di milioni hanno costruito due vere e proprie corazzate, se mettiamo sulla bilancia quello che abbiamo visto fin’ora in campo da una e dall’altra parte, vediamo che l’ago pende dalla parte della Reggina. Non vorremmo parlare degli arbitri ma al momento hanno già condizionato le tre partite del Bari, da un lato ci riteniamo fortunati, non è stato assegnato nessun rigore al Bari ma dall’altro lato possiamo dire che il rigore su Doumbia c’era, forse l’arbitro non l’ha visto come non ha visto il fallo di Perrotta su Guarna, da cui è scaturito l’angolo e non ha visto  l’altro fallo di Perrotta in area grazie al quale Sabbione ha potuto trovare la rete del pareggio.

Primo tempo appannaggio della Reggina, grande personalità e carattere, il Bari meno spregiudicato è stato più guardingo, così facendo ha dato la possibilità alla Reggina di tenere il pallino del gioco, al secondo minuto Owua s’invola sulla destra e crossa al centro, Guarna attento alla traiettoria blocca senza problemi. Al settimo minuto Corazza si fa trovare al posto giusto nel momento giusto e insacca per l’1 a 0 a favore degli Amaranto, lasciando di stucco De Laurentis, Cornacchini e tutto il popolo bianco rosso. La Reggina continua a macinare gioco e fa vedere di cosa è capace. Al 18° Owua fa fuori De Rose e Rolando a centrocampo e lancia Antenucci, quest’ultimo riesce a tirare in porta ma non da pensieri al nostro Guarna che blocca senza problemi. Owua da il meglio di se, insieme a Antenucci, sono gli unici che si fanno vedere e danno fastidio alla nostra difesa, La Reggina è una sinfonia, la coralità è quella che salta all’occhio, tutti indistintamente danno il loro contributo. Dopo i primi 45 minuti sia per le occasioni che per il goal realizzato la Reggina è nettamente in vantaggio. Fin dalle prime battute del secondo tempo ci rendiamo conto che la musica è cambiata, messa via la paura, il Bari inizia a farsi vedere nella nostra area con più frequenza. Al minuto 61 fallo di Perrotta in area su Guarna che costringe il portiere a un intervento scomposto, l’arbitro Zufferli non vede o fa finta di non vedere e assegna il calcio d’angolo. Al minuto 63 sull’angolo battuto, altro fallo di Perrotta in area che permette a Sabbione di andare in rete per il pareggio del Bari. Al minuto 84 altra svista dell’arbitro, punizione calciata da Bellomo, Di Cesare con tutte e due le braccia mette a terra Doumbia in area, anche se Zufferli era posizionato male, l’assistente c’era ma non ha segnalato niente, strano, lui aveva la visuale completamente libera. Negli ultimi minuti il Bari cerca di fare sua la partita ma la Reggina è attenta e non li fa entrare in area, sarebbe potuto nascere un rigore, di questi tempi non si sa mai, a pensar male certe volte ci si azzecca.

Il Mister Cornacchini a fine gara dirà: “abbiamo concesso un tempo alla Reggina, siamo stati incapaci di fare gioco, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio”.

Il Mister Mimmo Toscano lascia il terreno di gioco rammaricato: “per quello che avrebbe potuto essere e non è stato, potevamo fare di più, dovevamo finalizzare meglio qualche occasione avuta ma allo stesso tempo sono contento per quello che i miei ragazzi hanno dimostrato in campo, siamo stati nettamente superiori, meritavamo la vittoria, voglio rivedere l’azione del loro goal e l’azione dove Doumbia è stato atterrato in area, anche se ormai è andata così. Al Bari non servono questi arbitraggi, siamo ancora alla quarta giornata, il campionato è lungo, complimenti ancora ai miei ragazzi per quello che hanno dimostrato in campo, il Bari non ha giocato in modo spregiudicato come aveva fatto nelle altre partite, è stato più calmo è razionale, troppo buono, io invece penso che siamo riusciti a non farli giocare, facendo nostro ogni centimetro del campo, a parte il goal non è che si siano viste altre azioni degne di menzione”.

Corazza in sala stampa: “Sono contentissimo per i goal fatti fin qua, primo tempo ottimo da parte nostra ma ci aspettavamo la reazione del Bari nella seconda fase di gioco, reazione che c’è stata ma siamo riusciti a contenerli alla grande. Il loro goal nasce da un fallo di Perrotta su Guarna. Per quello che mi riguarda, sono partito molto carico per questa avventura, sono contento per i risultati ottenuti, vengo da un periodo non bello, ho dovuto fare 2 crociati e sapete cosa vuol dire. In questo modulo e con questo impiego, da seconda punta, mi trovo molto bene”.

Loiacono ci dice: “sono cresciuto qui, ho fatto la trafila nelle giovanili del Bari, speravo come ogni ragazzo di scendere in questo campo con i colori bianco rossi, non ho avuto questa possibilità ma sono contento di giocarci da avversario con la maglia della Reggina. Alla domanda: il fallo di Perrotta su Guarna – forse l’arbitro non l’ha visto. Considerando quello che la Reggina ha messo in campo stasera, possiamo dire tranquillamente: il Bari era la squadra da battere, e noi ci saremo pure riusciti se il Sig. Zufferli non avesse subito la sudditanza piscologica … chiamiamola così. Come dice il Mister Toscano: godiamoci questa prestazione e guardiamo alla prossima con la massima concentrazione, perché appena molli ti saltano addosso”.

Qui le immagini di Bari-Reggina

TABELLINO

BARI-REGGINA 1-1

Marcatori: 7′ Corazza (R), 63′ Sabbione (B)

Bari (3-5-2): Frattali; Sabbione, Di Cesare, Perrotta; Kupisz (73′ Berra), Awua, Bianco (81′ Hamlili), Scavone (54′ Floriano), Costa (81′ Corsinelli); Antenucci, Ferrari (54′ D’Ursi). A disposizione: Marfella, Esposito, Simeri, Neglia, Schiavone, Cascione, Terrani. Allenatore: Cornacchini.

Reggina (3-5-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Rolando (69′ Garufo), Bianchi, De Rose, Sounas (58′ Bellomo), Rubin (58′ Bresciani); Corazza (88′ Paolucci), Reginaldo (69′ Doumbia). A disposizione: Farroni, Lofaro, Blondett, Marchi, Rivas, Salandria. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Luca Zufferli di Udine (Giuseppe Di Giacinto di Teramo e Giulio Basile di Chieti).

Note – Spettatori 15507, di cui 413 ospiti. Ammoniti: Di Cesare (B), Rubin (R), De Rose (R), Reginaldo (R), Perrotta (B), Bertoncini (R). Calci d’angolo: 3-6. Recupero: 0’pt; 5’st

Un pensiero su “Bari-Reggina 1-1. La Reggina può recriminare per i due punti persi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *