Campionato Reggina: una brutta tegola rischia di vanificare la stagione amaranto

Una prima brutta notizia per la fantastica stagione della Reggina che rischia però di concludersi nel peggiore dei modi.

La Federazione Italiana Rugby ha deciso di dichiarare ufficialmente chiusa la stagione 2019-2020 e stabilisce che la stessa venga annullata, non assegnando il titolo e bloccando tutte le retrocessioni e promozioni.

Il timore è adesso che le altre federazioni seguano la strada percorsa dalla Feder-rugby annullando i vari campionati.

Una decisione che bloccherebbe la promozione in Serie B della Reggina, annullando la meravigliosa cavalcata degli amaranto.

Ad oggi le speranze della Reggina sono appese ad un filo ed è più che mai importante raggiungere il massimo peso politico per evitare che la FIGC assuma decisioni che seguano la gemella del Rugby. In tal senso non sono rassicuranti le dichiarazioni di Gravina, che proprio nella giornata di ieri ha detto che una serie A a 22 squadre sarebbe ingestibile.

Ma la volontà del governo del calcio sembra andare in una direzione diversa da quella della Federugby:

Il Presidente federale Gabriele Gravina in collegamento con il Tg SportMediaset XXL ha anticipato la posizione della Federcalcio: “Proporremo alla UEFA di soprassedere alla disputa dell’Europeo per portare a termine i campionati: riteniamo che sia più giusto e più corretto dare l’esatta definizione a tanti sacrifici, impegni, investimenti portati avanti dalle nostre società”.

“L’Italia e’ due settimane avanti – ha spiegato Gravina – rispetto alle altre nazioni, quindi ciò che riusciremo a programmare noi oggi per gli altri sarà complicato, perché non hanno ancora l’esatta dimensione del problema. Noi vogliamo completare i campionati ed e’ chiaro che la discriminante e’ la presenza dell’Europeo, un evento sul quale anche noi abbiamo investito tante energie e sacrifici. Martedì affronteremo questo tema”.

Gravina si e’ poi soffermato sull’ipotesi portata avanti per concludere i campionati di calcio. “Noi abbiamo ipotizzato una deadline al 30 giugno – ha osservato poi il presidente della FIGC – ma non escluderei neppure la possibilità di avere una leggera proroga con l’adozione di provvedimenti urgenti sia sotto il profilo sportivo che governativoDobbiamo lavorare su questa ipotesi di calendario, senza dimenticare che oltre alla Serie A abbiamo altri campionati che devono avere la loro definizione. E non dobbiamo trascurare l’idea del completamento delle competizioni internazionali, Champions ed Europa League”.

Noi ovviamente ci auguriamo che la decisione della Federazione Rugby non faccia partire un effetto valanga che impedisca alla FIGC di portare a termine il proprio progetto di conclusione regolare dei campionati. Per società come la Reggina sarebbe una vera beffa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *