Le pagelle della Reggina

Gli amaranto vincono ed iniziano a convincere. Ecco i nostri voti:

BAIOCCO: Nessuna sbavatura, se non un’uscita troppo rischiosa. Resta in campo nonostante una forte botta rimediata alla testa in uno scontro con Rizzato. VOTO 6,5

ADEJO: Si becca un giallo per un fallo d’ostruzione, ma nel complesso disputa una buona partita. In anticipo è sempre puntuale. VOTO 6

FREDDI: Riscatta alla grande la prestazione non convincente di Empoli. Non sbaglia un solo intervento, da sicurezza a tutto il reparto. VOTO 7

DI BARI: Buona prova la sua anche se a tratti appare troppo nervoso. E’ un uomo di fiducia di Dionigi. VOTO 6

MELARA: Si disimpegna molto bene sulla fascia destra. Molto bravo in fase offensiva, meno in quella difensiva. Esce dal campo stremato. VOTO 6

dal 70′ D’ALESSANDRO: Entra e bada più a difendere che ad offendere. VOTO 6

RIZZO: Gioca sempre con grande cattiveria, non si risparmia un solo secondo. La sua passione agonistica, anche oggi, gli costa un cartellino giallo. VOTO 6

BARILLA’: Dialoga molto sulla sinistra con Rizzato. Ha una buona corsa, suo il cross per il goal di Fischnaller. VOTO 6,5

RIZZATO: Il capitano da sempre tutto quello che ha. Difende e spinge sulla fascia, spesso cerca l’appoggio su Barillà. VOTO 6,5

BOMBAGI: Può essere davvero lui il vice Sarno. Sostituisce il folletto campano molto bene, non si ferma un attimo, riconquista molti palloni al limite dell’area di rigore. VOTO 6,5

dal 63′ ARMELLINO: Con il suo ingresso la Reggina passa dal 3-4-1-2 al 3-5-2. Aiuta molto Rizzo e Barillà che sono un pò stanchi. VOTO 6

FISCHNALLER: E’ un attaccante moderno. Realizza il goal della vittoria, resta in campo per tutta la gara senza fermarsi un solo attimo. Ottimo acquisto della dirigenza amaranto. VOTO 7

CERAVOLO: Realizza un goal probabilmente regolare ma gli viene annullato. Svaria su tutto il fronte offensivo, salta molto bene l’uomo, con la palla al piede si rende sempre pericoloso. VOTO 6,5

dall’81’ VIOLA: Troppo poco in campo per essere giudicato. VOTO n.g.

All. DIONIGI: La sua mano si vede sempre più. Spiazza tutti mandando in campo dal primo minuto Bombagi mentre manda in panchina Comi. In molti avevamo pensato che, mancando Sarno, avrebbe potuto cambiare modulo. Così non è stato e ciò è segno di grande carattere. Le sue urla si sentono per tutto lo stadio, è lui il quid in più di questa Reggina. VOTO 7