Le pagelle della Reggina, Ely il migliore

Secondo ko consecutivo per i ragazzi di mister Dionigi che non riescono a rialzare la testa dopo la sconfitta di Padova. Queste le nostre pagelle degli amaranto.

FACCHIN 5,5 – La prestazione era da sei, non ha colpe sul goal subito, ma gli togliamo mezzo punto per quella uscita a metà campo nella ripresa. Poteva costare cara.

ADEJO 6,5 – Si becca un giallo ma da tutto quello che ha. Nella ripresa, vedendo che i suoi compagni non attaccano sulla destra, si spinge in avanti nel ruolo di terzino destro.

ELY 7 – Era all’esordio in Serie B, si è comportato egregiamente. Sempre puntuale, merita maggiore considerazione.

BERGAMELLI 5 – Non si vede molto, ma quello che fa spesso lo fa male. Appare sempre in ritardo sulle chiusure.

MELARA 5,5 – Non ha spinto tantissimo sull’out di destra, però almeno con lui in campo, al posto di D’Alessandro, la Reggina cerca maggiormente di giocare sulla fascia destra.

dal 65′ BARILLA’ 6 – Entra, si danna l’anima, ma non riesce a creare tantissimo.

RIZZO 2 – Non aveva disputato una cattiva prestazione, ma il fallo che gli ha causato una giusta espulsione, non è tollerabile neppure su un campo di prima categoria.

ARMELLINO 6 – Inizia bene con un’interessante conclusione da fuori area ma poi si perde alla lunga.

RIZZATO 6 – Si procura il rigore poi fallito da Ceravolo, sulla sinistra cerca sempre di farsi vedere.

SARNO 5 – Ci aspettavamo molto di più da lui, forse ha sentito troppo la gara contro la sua ex squadra.

dal 78′ VIOLA 6 – Entra e lotta come un leone. Colpisce un palo esterno su calcio d’angolo. Merita più spazio.

CERAVOLO 5 – Fallisce il rigore che poteva valere il pareggio. Sicuramente i fischi del pubblico non lo aiutano.

dal 60′ COMI 6 – Prova a farsi vedere in area, anche lui merita più spazio e fiducia.

FISCHNALLER 5,5 – Qualche spunto ma in realtà non si è mai reso molto pericoloso. Da lui ci aspettiamo molto di più.

All. DIONIGI 5 – La sua Reggina incassa la prima sconfitta casalinga. Deve correre subito ai ripari, la situazione è difficile. Troppo tardi l’ingresso in campo di Alessio Viola.