Atzori: “la Serie B è difficile, noi oggi abbiamo vinto di carattere”

Gianluca Atzori durante un'intervista
Gianluca Atzori durante un’intervista

Continua la polemica a distanza tra il tecnico Atzori e “i siti” che a suo dire non avrebbero riportato fedelmente le sue dichiarazioni della scorsa settimana. Il tecnico di Collepardo non le manda a dire e ribadisce che questo campionato sarà difficile per tutti, come dimostrano i risultati dagli altri campi.

Per quanto riguarda la prestazione odierna, Gianluca Atzori si dice soddisfatto della prestazione caratteriale e di squadra. Ottima la reazione dopo il gol subito.

Atzori: “Oggi la Reggina ha giocato bene. La Serie B non è facile per nessuno, oggi noi abbiamo avuto un blackout e poi ci siamo ripresi. Questi venti minuti ci sono costati un gol. È stata una buona prestazione a livello caratteriale. David (Di Michele ndr) era stremato, ma ero indeciso sul toglierlo, l’ho tenuto in campo oltre quello che aveva. Anche la scelta di Cocco, oggi fondamentale per il nostro gioco. Mi piace anche Fischnaller, che ha fatto quello che pretendo dagli attaccanti, movimento. Oggi anche chi non ha segnato ha partecipato alla festa. Non ho capito i fischi sul cambio di De Rose. Spero che i tifosi capiscano come lavora Atzori. Se fossero per me ne prenderò atto. Spero che chi ha fischiato non abbia letto i siti, ma abbia ascoltato quello che ho detto. Bene Maicon, abbiamo lavorato sulle diagonali e sulla difesa della porta. Bene oggi, a parte il blackout durante il quale abbiamo preso il gol e rischiato di prendere il secondo. Bene tutta la squadra. Poi i fischi, se erano per me li prendo, come prendo gli applausi. Li per li non li ho sentiti, ero troppo concentrato sul campo. Oggi la Juve Stabia ha fatto una gara sottotono. Contro lo Spezia meritavano la vittoria, oggi erano contratti e meno sciolti, noi abbiamo cercato di togliergli le certezze che avevano. Dovevamo togliere il gioco a Diop e Di Carmine. I risultati dagli altri campi dimostrano quanto sia vero quello che dicevo in settimana. Questo campionato è difficile per tutti. Per quanto ci riguarda, tutti dovranno lavorare per far crescere la squadra”.